Archivi tag: Dimensioni

I ROSACROCE, GLI ENTEOGENI E LE TRASFORMAZIONI ANGELICHE: INTERVISTA CON HEREWARD TILTON

“Chi se non un Rosacroce potrebbe spiegare i misteri rosacrociani!”Zanoni (1842) di Edward Bulwer-Lytton

Edward Bulwer-Lytton è stato spesso descritto come uno scrittore cripto-rosacrociano e nel suo capolavoro, Zanoni , ha abbozzato un’immagine molto distinta del mago ideale. Zanoni, l’omonimo mago del romanzo, è uno stoico auto-sacrificale e schivo con un talento per la teatralità e il vigilantismo in stile Batman. Proprio come lo stregone di Daniel Defoe, agisce – per parafrasare Shakespeare – come un “ministro del destino”, un oscuro agente che governa sottilmente “le cose più grandi della vita”, facendo saltare o succedendo “alle imprese di principi e persone”.

Tuttavia, nel libro, Bulwer-Lytton dedica poco tempo a spiegare come Zanoni abbia acquisito i suoi poteri semi-divini. Tuttavia, fornisce al lettore diversi suggerimenti occulti. A un certo punto, Zanoni afferma che la trance è una porta per l’iniziazione spirituale. “Nei sogni”, dichiara, “inizia tutta la conoscenza umana: nei sogni aleggia su uno spazio smisurato, il primo debole ponte tra spirito e spirito, questo mondo e i mondi al di là! Zanoni comunica regolarmente anche con un’intelligenza angelica chiamata Adonai. C’è persino un punto in cui Glyndon, il protagonista dissoluto del romanzo, respira un vapore scintillante durante un esperimento di autoiniziazione illecita. La droga – o meglio, il suo uso improprio – fa sì che Glyndon veda e ascolti il ​​pauroso “Guardiano della Soglia”, un fantasma malevolo e sempre presente.

Sebbene Zanoni contenga solo lampi di informazioni su alcuni metodi esoterici di comunicazione e trasformazione, gli attuali Rosacroce ei loro ammiratori, impiegarono un miscuglio collaudato di tecniche di alterazione della mente, che derivarono da Paracelso, Heinrich Khunrath e varie altre figure sul stregoneria medievale e moderna e scena alchemica.

Secondo il dottor Hereward Tilton, uno storico religioso che ha insegnato magia, alchimia e rosacrocianesimo della prima età moderna all’Università di Amsterdam (Storia della filosofia ermetica e correnti correlate) e all’Università di Exeter (Exeter Center for the Study of Esoterismo), queste pratiche molto reali, che potrebbero includere l’assunzione di droghe enteogene e l’induzione di trance osservando lo specchio, erano progettate per aiutare il mago a contattare o diventare un angelo sovramondano.

Abbiamo incontrato Tilton per saperne di più sui Rosacroce e sulle loro svariate arti di trasformazione corporea e spirituale.

Figura 1 – La montagna dei filosofi come raffigurata nel testo del diciottesimo secolo, Geheime Figuren der Rosenkreuzer (I simboli segreti dei Rosacroce).

Il Custode: Potresti approfondire le somiglianze e le differenze tra i concetti di trasfigurazione, gnosi e alchimia spirituale nella teoria e pratica dei Rosacroce?

Dr Hereward Tilton: Trasfigurazione, gnosi e alchimia spirituale sono concetti correlati ma distinti. Nel contesto alchemico e cabalistico cristiano della prima Rosacroce moderna, “trasfigurazione” si riferisce alla spiritualizzazione della materia, in particolare del corpo umano materiale. Prima di tutto, questa nozione si rifà alla trasfigurazione di Cristo, che si pensava implicasse la trasformazione del suo corpo terrestre corruttibile in una forma spiritualizzata immortale; Il dogma cristiano ortodosso prevede che tutti gli esseri umani assumano simili “corpi di risurrezione” con i quali trascorreremo l’eternità in paradiso o all’inferno.

Per quanto riguarda l’alchimia, la morte e la risurrezione di Cristo servirono da modello per il processo alchemico, e la Pietra Rossa dei Filosofi fu equiparata alla carne e al sangue trasfigurati di Cristo, cioè un paradossale “corpo spirituale”. Questa spiritualizzazione della materia si rispecchia nell’azione della Pietra Filosofale sui metalli vili come agente di trasmutazione, e allo stesso modo nel suo effetto sul corpo umano come panacea ed elisir di vita.

Figura 2 – La rappresentazione alchemico-cabalistica di Cristo di Heinrich Khunrath come potere trasfigurante universale in Amphitheatrum sapientiae aeternae.

D’altra parte, dalla prospettiva cabalistica e cabalistica cristiana, la nozione di trasfigurazione è esemplificata dalla storia di Enoch, il patriarca biblico che è stato “preso da Dio” senza morire nel libro della Genesi. I libri tardoantichi di Enoch descrivono questo passaggio sconcertante in termini di angelificazione di Enoch. Tra i testi proto-cabalistici di Hekhalot, il Sefer Hekhalot del quinto secolo o “Libro dei palazzi celesti” (il terzo libro di Enoch) descrive l’ascesa celeste e la trasfigurazione di Enoc come l’angelo Metatron, il “piccolo Yahweh” o “principe degli volto divino ”.

Attingendo più o meno direttamente dal Sefer Hekhalot e dall’estatico cabalista Abulafia, il grande cabalista cristiano del Rinascimento italiano, Giovanni Pico della Mirandola , interpretò questa angelificazione neoplatonicamente come unione con la mente divina, e addusse la trasfigurazione di Enoch come prova del nostro proteiforme. capacità di trasformare noi stessi e scalare la catena dell’essere in forme progressivamente più spiritualizzate.

Una fusione di queste nozioni alchemiche e cabalistiche di trasfigurazione è evidente a vari livelli nelle opere di Francesco Zorzi, Heinrich Agrippa, Heinrich Khunrath e in particolare John Dee. Nella sua Monas hieroglyphica , Dee attinge alla terminologia di Pico per descrivere una virtù superceleste trasfigurante da oltre “l’orizzonte del tempo” (cioè oltre i regni celeste e terrestre governati dal destino). Per mezzo di questa virtù, il cabalista cristiano ascende attraverso le sfere celesti verso la sua angelificazione, che Dee descrive nei termini esplicitamente alchemici di putrefazione, separazione, coniunctio oppositorum , ecc.Una volta che il mago superceleste ha raggiunto questa trasfigurazione Enochiana, Dee afferma, “da allora in poi sarà molto raramente visto da occhi mortali”.

Figura 3 – John Dee indica la sua “monade geroglifica”, una figura talismanica che assiste l’ascesa all’angelizzazione.

Questa conseguenza dell’angelizzazione è alla base della leggendaria invisibilità dei Rosacroce, una vasta rete sotterranea di alchimisti e ispiratori antiistituzionali dedicati alla Theophrastia sancta paracelsiana e alla “Riforma magica” di Agrippa. Nonostante la fama delle sue Nozze chimiche di Christian Rosenkreuz e il suo contributo giovanile ai manifesti rosacrociani dell’inizio del XVII secolo, il pastore luterano Johann Valentin Andreae si oppose all’orientamento teologico dominante di questa rete, dei suoi antenati e dei suoi successori. Tra le altre cose, il rosacrocianesimo è una tradizione gnostica occidentale con le sue radici nell’antica eresia cristiana. 

La “gnosi” perseguita dai Rosacroce nel corso dei secoli è una conoscenza liberatoria del nostro essere più intimo: una luce interiore divina identica alla mente primordiale o fondamento universale dell’essere. Questa ricerca può essere fatta risalire attraverso la Kabbalah e i testi Hekhalot all’antico gnosticismo proprio, in particolare ad alcuni “culti del serpente” eretici dedicati a tecniche estatiche quasi tantriche.

Per quanto riguarda l ‘”alchimia spirituale”, questa frase è stata resa popolare nel diciannovesimo secolo dal rosacrociano Arthur Edward Waite e dalla fondatrice della Società Teosofica, Helena Petrovna Blavatsky. Attingendo alla terminologia alchemico-cabalistica di Dee, Waite comprende “alchimia spirituale” in termini di angelificazione o “deificazione” trasfigurante dei cabalisti cristiani. Questo uso è in consonanza con la prima menzione di “alchimia spirituale” di cui sono a conoscenza, che fu fatta nel 1633 dall’apologeta dei Rosacroce Robert Fludd. Parla dell’umano peccatore che è “elevato nella sfera di luce” ed “esaltato nel Figlio di Dio” da una trasfigurante alchymia spiritualis .

D’altra parte, la concezione di Blavatsky di “alchimia spirituale” devia da questa tradizione in modi importanti. Lei suggerisce che l’alchimia fosse principalmente una ricerca mistica piuttosto che di laboratorio, e che gli alchimisti nascondessero la loro arte della trasmutazione interiore con un linguaggio pseudochimico a causa della minaccia rappresentata dall’Inquisizione. Nonostante la sua popolarità, questa non è una posizione sostenibile.

C: Che ruolo hanno svolto le sostanze enteogene o psicoattive nella ricerca della trasfigurazione? Quali alchimisti e maghi del medioevo e della prima età moderna descrissero esplicitamente, allusero o sperimentarono questi “elisir”?

HT: Ci sono una manciata di allusioni a forme psicoattive della Pietra Filosofale, in particolare la Pietra Angelica associata a John Dee, che si diceva garantisse “l’apparizione degli angeli più benedetti e gloriosi” attraverso i suoi “odori celesti e fragranti” . Il conoscente di Dee, Heinrich Khunrath, sembra aver usato un enteogeno alchemico simile per assistere la sua ascesa celeste. Questa “scintilla ardente dell’Anima del Mondo” è stata distillata dall’acido solforico e usata come mezzo per le Pietre Filosofali rosse e bianche di Khunrath (cioè colloidi d’oro e d’argento); lo descrive come una sostanza altamente volatile e aromatica che produce uno stato di euforia.

Queste proprietà suggeriscono che stesse sintetizzando etere dietilico, un anestetico euforizzante e allucinogeno scoperto da Paracelso negli anni Venti del Cinquecento. In effetti, Khunrath potrebbe essere stato il primo alchimista ad equiparare questo composto con âither, la quintessenza celeste o quinto elemento dell’antichità classica. In ogni caso, il dietil etere continuò a essere identificato con l’elisir alchemico fino al XIX secolo.

Ci sono anche prove dell’uso cabalistico cristiano di enteogeni vegetali associati all ‘”unguento volante” delle streghe, un unguento a base di erbe presumibilmente spalmato dalle streghe sul forcone e sui manici di scopa, e quindi applicato ai genitali con l’intento di volare verso il Sabbath diabolico. L’alchimista fiammingo del diciassettesimo secolo Johan Baptista van Helmont racconta un pericoloso esperimento con wolfsbane, una belladonna altamente tossica nominata da diverse autorità rinascimentali come ingrediente principale dell’unguento volante. I conseguenti stati alterati di coscienza e le sensazioni somatoviscerali che l’accompagnano sono interpretati da van Helmont nei termini cabalistici di un risveglio della propria anima immortale, la mente divina ( mens ) che giace oltre l’influenza dei pianeti e delle stelle.

Figura 4 – L’abominio degli stregoni di Jaspar Isaac.

Wolfsbane e altre ombre notturne psicoattive come la mandragora e il giusquiamo sono presenti in modo prominente nelle fumigazioni magiche medievali e della prima età moderna, che di solito comportavano bruciare erbe, incenso e vari altri ingredienti vegetali, minerali, animali e umani in un incensiere. Lo scopo di tali fumigazioni era di evocare angeli, demoni e spiriti dei morti (negromanzia). Anche se di solito erano dirette a scopi pratici abbastanza bassi, occasionalmente troviamo queste tecniche usate al servizio della “magia bianca”.

Ad esempio, Agrippa cita un passaggio del De vita di Ficino sull’attrazione degli spiriti delle stelle con le fumigazioni, quindi procede elencando le fumigazioni psicoattive dal Sefer Raziel medievale (“Libro dell’angelo Raziel”) contenente “erbe spirituali” come giusquiamo e cicuta. Queste pratiche servono al più grande scopo gnostico della magia di Agrippa: ascendere verso l’auto-deificazione attraverso una “scala” che comprende i poteri planetari e stellari e i loro angelici signori. Questa scala esiste anche all’interno del microcosmo del corpo umano, la cui struttura corrisponde al corpo eterno di Dio (le dieci Sefirot cabalistiche).

Un altro esempio notevole di fumigazioni psicoattive al servizio della magia bianca proviene da una versione manoscritta inglese del XVI secolo dello pseudo-solomonico Liber iuratus Honorii (“Libro Giurato di Onorio”). Con le sue indicazioni per ottenere visioni di Dio, questo testo medievale è debitore delle tecniche magiche della “Cabala pratica”; la versione cinquecentesca, oltre alle preghiere originali, ai sigilli e ai nomi di Dio, raccomanda l’uso di fumigazioni psicoattive associate al Sefer Raziel .

Tra i soliti fumiganti – ombre notturne, papaveri da oppio – il testo menziona anche la radice della canna comune. Questa è una fonte nativa europea di Dimetiltriptamina (DMT), uno dei principali costituenti psicoattivi dell’Ayahuasca, la mitica pozione curativa dell’Amazzonia.

C: Quando hanno iniziato a comparire queste droghe nei libri magici di caccia al tesoro, come Touch Me Not ? In che modo esattamente venivano usati, o abusati, nei rituali dei cacciatori?

HT: Per quanto riguarda gli scopi pratici di base che ho menzionato, la caccia al tesoro magica raggiunse proporzioni epidemiche nelle terre di lingua tedesca del XVII e XVIII secolo attraverso i grimori Höllenzwang (Coercizione dell’Inferno). Una propaggine dell’età moderna della tradizione pseudo-solomonica di legare i demoni, questa letteratura è principalmente associata all’alchimista e mago del XVI secolo Johann Georg Faust. Oltre al famoso patto faustiano con il diavolo, i manuali di “coercizione dell’inferno” offrono istruzioni per legare i demoni che si ritiene custodiscano i tesori sotterranei.

Per quanto riguarda le fumigazioni, il Sefer Raziel descrive l’incendio di giusquiamo, papaveri e cicuta allo scopo di nascondere tesori; tuttavia, mentre la Clavicula salomonis (Chiave di Salomone) ei suoi precursori bizantini includono incantesimi per strappare tesori dagli spiriti maligni, l’uso di fumigazioni psicoattive a questo scopo entra in gioco attraverso la letteratura Höllenzwang . Infatti questa pratica portò a una famosissima tragedia nei pressi della città tedesca di Jena nel 1715.

Tre aspiranti cacciatori di tesori si sono incontrati in una remota baita di montagna la vigilia di Natale; portarono con sé vari talismani, così come l’ Höllenzwang di Faust , la Clavicula salomonis , un vaso di fiori di ferro pieno di carbone come incensiere improvvisato e un’erba nota come Springwürzel . Questa pianta leggendaria avrebbe avuto il potere di rompere le serrature degli scrigni del tesoro ed era comunemente identificata con la mandragora.

Figura 5 – Magica caccia al tesoro andata male, dal grimorio del diciottesimo secolo Touch Me Not! Per gentile concessione della Wellcome Library.

Poiché era necessario invocare l’angelo planetario che governava il demone guardiano del tesoro, i cacciatori di tesori scolpirono un cerchio protettivo nel soffitto della capanna e iniziarono a evocare Och, un angelo del sole paracelsiano. Mentre recitavano i lunghi elenchi di nomi divini e verba ignota (parole sconosciute) dai loro manoscritti, spruzzarono lo Springwürzel sui carboni ardenti. Purtroppo faceva un freddo pungente sulle colline, quindi tenevano chiuse anche la porta e le finestre della capanna. Le conseguenze furono disastrose. Il giorno dopo, sul tardi, due cacciatori di tesori furono trovati morti; il terzo era a malapena vivo e balbettava incoerentemente.

Due guardie furono inviate per sorvegliare i cadaveri e decisero di riaccendere i carboni per riscaldarsi. Uno di loro morì: l’ultima che fu udita dal suo corpo tremante fu una preghiera, stranamente borbottata come da qualcuno che dormiva. Il sopravvissuto ha testimoniato di aver visto un bambino demoniaco picchiare alla porta della capanna. Fu un caso celebre in Germania, con teologi che discutevano di medici illuminati: la colpa era del Diavolo o era semplicemente un caso di avvelenamento da belladonna?

Figura 6 – Tragedia della vigilia di Natale di Jena del 1715.

C: L’Urim e il Thummim dei Rosacroce erano un aggeggio fisico o più un’idea simbolica?

HT: I Rosacroce Urim e Thummim erano un aggeggio fisico. Comprendeva un certo numero di Pietre Filosofali riflettenti simili a pietre preziose intarsiate su un supporto composto da una lega dei sette metalli planetari (il cosiddetto electrum magicum ). Durante il diciottesimo secolo, fu utilizzato dai sette Magi al vertice dell’Ordine della Croce d’Oro e della Croce Rosata per vari scopi di divinazione: per testimoniare i segreti della Creazione, per comunicare con Dio e i suoi angeli e per ispezionare i cuori di potenziali iniziati. 

I sette Magi stessi furono chiamati in onore dei sette pianeti e dei loro angelici signori, poiché i gradi iniziatici dell’ordine riflettevano i passi dell’ascesa cabalistica cristiana verso Cristo-Metatron. L’Urim e il Thummim erano tra i manufatti più sacri dell’ordine, ed è descritto in un manoscritto come “Geova Gesù stesso”.

Figura 7 – L’Urim e il Thummim della Croce d’Oro e Rosa come raffigurati nel De magia divina oder Caballistischer Geheimnüsse

Il manufatto in possesso della Croce d’Oro e della Rosa era derivato dalle pratiche alchemico-cabalistiche di Heinrich Khunrath, che è raffigurato mentre consulta un simile Urim e Thummim in un manoscritto dell’inizio del XVII secolo dalla British Library. In questo caso il manufatto è composto da tre Pietre Filosofali lucidate a specchio incastonate in supporti di electrum magicum ; gli emblemi di una copia aperta dell’Amphitheatrum sapientiae aeternae di Khunrath si riflettono nella pietra centrale. Lo scopo di questa pratica era di entrare in contatto con “un grande spirito benevolo dall’Empireo”, vale a dire un angelo dalla più alta sfera superceleste oltre le stelle fisse, che avrebbe agito da intermediario per un’eventuale unione con Dio in questa vita.

Figura 8 – L’Urim e il Thummim di Heinrich Khunrath come raffigurati nelle Tabulae theosophiae cabbalisticae di Khunrath

L’originale biblico Urim e Thummim erano oggetti enigmatici – forse pietre preziose – situati sopra o all’interno della corazza rituale dei sommi sacerdoti dell’Israele preesilio, che li usavano per scopi divinatori come determinare la colpevolezza o l’innocenza di una persona accusata. Tuttavia, il vero antico precursore dell’Urim e del Thummim Rosacroce si trova negli scritti dell’alchimista gnostico del IV secolo Zosimo di Panopoli.

Nel suo tratto “On Electrum”, Zosimo descrive il raggiungimento della gnosi tramite la meditazione sulla propria auto-riflessione in uno specchio di elettro, che è la mente di Dio situata al di sopra delle sette sfere planetarie. Lo specchio menzionato da Zosimo appartiene a un gruppo di manufatti magici dell’elettrum – anelli, vasi, campane – che troviamo associati al re Salomone nella letteratura pseudo-salomonica medievale e che riappariscono nelle pratiche dei Khunrath e dei successivi gruppi rosacrociani tramite lo pseudo -Paracelsian Archidoxis magica . 

Anche se non sono a conoscenza di alcun esempio sopravvissuto degli alchemico-cabalisti Urim e Thummim, una campana di evocazione dell’angelo dell’elettrum di proprietà dell’imperatore Rodolfo II, protettore di Khunrath, esiste ancora oggi.

C: Puoi parlarci del contenuto e degli obiettivi generali del tuo libro, The Path of the Serpent ?

HT: The Path of the Serpent è un’analisi in due volumi dell’ambiguo simbolismo serpentino che si trova al centro delle tradizioni gnostiche occidentali che ho menzionato qui. Come nelle tradizioni tantriche indo-tibetane, questo simbolismo è associato al sentiero dell’ascesa gnostica e alla sua controparte microcosmica lungo la neuroassi dell’iniziato. È anche intimamente correlato all’obiettivo di quell’ascesa e alla figura ambigua che giace al confine stellare tra i regni supercelesti e le sfere celesti e terrestri corrotte. 

In alternativa, un sovrano del mondo che schiavizza l’anima e un intermediario liberatore del divino, questa figura appare come un potere serpentino unitario con aspetti benevoli e malevoli, o come una sizigia di poteri serpentini superni e infernali bloccati in combattimento. Le sue manifestazioni principali sono il Demiurgo gnostico, l’angelo Metatron, il serpente teli dei Kabbalisti e Cristo sotto le spoglie del serpente bianco. 

Figura 9 – Serpenti in bianco e nero dagli inferni di Clavis (1751), un manuale di Höllenzwang che si appropria di motivi della magia rosacrociana Metatrona . I Rosacroce contemporanei credevano che il tesoro sepolto custodito dai demoni fosse in realtà la scintilla divina dell’anima del praticante.

A livello storico, questo simbolismo può essere ricondotto attraverso la Kabbalah alle dottrine e alle tecniche estatiche quasi tantriche dei “culti del serpente” gnostici come i Peratae mesopotamici. Al di là dell’antico ambiente gnostico, la documentazione storica ci riporta più indietro alla mitologia Chaoskampf dell’antico Vicino Oriente, in cui il serpente del caos primordiale comprende l’asse cosmico che collega i cieli con il mondo sotterraneo. Nel secondo volume del mio libro esploro questa genealogia in dettaglio e descrivo il suo culmine nell’immaginario del Libro rosso di Carl Gustav Jung, una delle più belle espressioni novecentesche della tradizione gnostica. Tuttavia, un resoconto storico adeguato del simbolismo in questione richiede anche una comprensione delle sue origini psicologiche. Questi si trovano negli stati di coscienza ipo-egoici generati dalle tecniche estatiche.

Poiché gli psichedelici serotoninergici (LSD, psilocibina, DMT, ecc.) Forniscono un accesso sperimentale diretto agli stati ipo-egoici, cioè all’esperienza di un’attenuazione o abolizione delle funzioni dell’io, il primo volume di The Path of the Serpent sviluppa intuizioni neuropsicologiche dalla mia sperimentazione con questi composti enigmatici. Focalizzandomi su una visione paradigmatica invocata da DMT, interpreto l’emergere di un simbolismo serpentino ambiguo – che possiede aspetti sia distruttivi che creativi – in termini di disintegrazione indotta dalla droga delle gerarchie della rete neurale e una disinibizione di accompagnamento dei segnali ascendenti dalla corteccia visiva, il sistema limbico e sistema nervoso autonomo. La disinibizione di questa natura è alla base delle visioni, delle emozioni potenti e delle sensazioni somatoviscerali anomale tipiche non solo dell’uso enteogeno ma anche di altre tecniche estatiche.

Esaminando i resoconti della visione storica dai lignaggi gnostici, mostro come queste alterazioni neurobiologiche siano interpretate dai professionisti in termini di melotesia – il rapporto di parti particolari del corpo con le sfere celesti e i loro angeli / dei associati. Quando le reti neurali superiori abbandonano il controllo sul simbolismo inferiore, visionario si presenta come un fenomeno interocettivo, vale a dire, come la percezione e l’interpretazione degli stati corporei interni che sono normalmente subliminali sotto i regimi neurali della vita quotidiana.

Lo stesso vale per lo stesso stato di coscienza lucido e ipo-egoico, che corrisponde allo specchio della mente divina che giace alla soglia stellare delle sfere superceleste. Simile al “sé osservante” della dissociazione traumatica, questa metaconsapevolezza interocettiva dell’individualità egoica è caratterizzata dall’intuizione di complessi precedentemente inconsci e di traumi codificati in modo somatico.

Figura 11 – Melothesia e l’ascesa gnostica, dal Kurze Eröfnung di Johann Georg Gichtel (1723).

Quindi, contrariamente alla loro rappresentazione da parte degli accademici come errori della mente ingenua pre-illuminata, le dottrine e le pratiche trasmesse dai lignaggi gnostici possono essere considerate come sistemi psicoterapeutici profondi. Vorrei anche sottolineare che The Path of the Serpent non mira a ridurre il suo argomento a una questione di psicologia o neurobiologia.

L’enigmatico simbolismo serpentino che ho studiato dà espressione a dinamiche quasi critiche, al limite del caos, che regolano il sistema nervoso umano e che possono essere osservate anche nella società, nella biosfera e nel più ampio cosmo naturale. All’interno di questi sistemi complessi, una discesa ricorrente nel caos genera l ‘”antichaos” dell’emergenza, cioè la comparsa di proprietà, strutture e comportamenti qualitativamente nuovi. Questo sporadico, archetipo ritorno a un crogiolo di trasmutazione è alla base della continuità tra le antiche narrazioni cosmogoniche del Chaoskampf e il simbolismo serpentino dei lignaggi gnostici.

ARTICOLO ORIGINALE

LA DMT E GLI ALIENI

Cattura

Pietre di giada ritrovate nel 2017 in un complesso sotterraneo di grotte in Messico, vicino al confine tra gli Stati Veracruz e Puebla.

A determinate condizioni di carattere endocrino e a seconda del soggetto, durante la fase notturna è possibile rinvenire tracce di DMT nel fluido cerebrospinale di un essere umano per pochissimi minuti, dopo che questa è stata sintetizzata qualche istante prima dalla ghiandola pineale situata al centro del nostro cervello. Avete capito bene: durante i sogni, e parlo di quelli più lucidi, vividi e coscienti, ossia in una profonda fase REM, siamo praticamente sotto l’effetto di una tra le sostanze psichedeliche più potenti al mondo. Per comprendere al meglio le ragioni per le quali ciò accade durante le nostre notti più “movimentate”, mediamente tra le 3 e le 4 del mattino, occorre spiegare che la sua sintesi avviene mediante l’assunzione quotidiana di un amminoacido essenziale, il triptofano, il quale è presente in quantità più o meno grande in tutti i cibi di uso comune, come ad esempio la carne bianca, il formaggio, frutti e semi, uova. Il triptofano interagisce con la serotonina, e dall’unione di questa interazione vi è una sintesi maggiore di melatonina, la quale a sua volta, a determinate condizioni, muta in una molecola dalla forma assai più caratteristica, la pinolina, e dalla pinolina si passa alla DMT.

La DMT sembra agire come una sorta di “chiavistello” attraverso una specifica interazione con la nostra biologia, mostrandosi in grado di aprire “porte” percettive della coscienza individuale e proiettarla verso altre dimensioni della psiche a noi ignote.

In seguito alla somministrazione di una normale dose di dimetiltriptamina, iniettata per via endovenosa, svariati soggetti descrivono un rapporto che definiscono “amorevole” con un alieno gentile, che li abbraccia e dice di amarli come figli; loro si sentono benissimo in quello stato, e si trovano in perfetta sintonia con lui. Quando invece agli stessi soggetti venivano somministrate dosi di DMT maggiorate, quindi più cariche rispetto al loro range di sopportazione biochimica, lo stesso alieno diventava aggressivo nei loro confronti, generando tutto quell’insieme di esperienze traumatiche vissute dai soggetti durante un classico rapimento. Come poteva essere possibile, dunque, che l’alieno mostrasse una dicotomia così estrema, rispondendo addirittura emotivamente a una precisa intossicazione – seppur sotto controllo medico – del sistema nervoso del soggetto? È possibile dunque che vi siano persone che per chissà quali condizioni psicofìsiche siano in grado di sintetizzare questa molecola in maggiori quantità rispetto ad altri, tanto da procurarsi delle piccole overdose notturne, al punto da scatenare un dramma interiore? Ma soprattutto, se è verosimile la possibilità che l’alieno possegga comportamenti differenti a seconda del nostro stato nervoso, è dunque parte di una realtà “esterna” a noi, oppure è una parte integrante e indissolubile della nostra psiche?

Andrea Doria – Introduzione di “DMT: La molecola dello spirito”

© 2001 Rick Strassman

© 2014 Edizioni Spazio Interiore

THE LACERTA FILES – PART2

lacerta

Commento di Ole K : L’incontro cominciò vagliando diverse domande ed opinioni che ho ottenuto dai lettori della prima trascrizione in forma anonima attraverso i miei amici fidati. Alcune di queste opinioni – tutte occupano circa 14 fogli di carta – contengono commenti di vario tipo, dal radicalmente religioso al tendenzialmente fanatico fino a commenti riguardo un contatto di benvenuto con specie rettiliane. Alcuni commenti contengono frasi stereotipate del tipo “Servi dell’Inferno” o “Specie del Maligno”. Non voglio continuare a dare descrizioni dettagliate qui perché non voglio fomentare ulteriormente altri pensieri falsi e radicali.

Domanda : Leggendo questi commenti a carattere religioso e animoso, cosa ne pensi e come ti senti? La relazione tra la tua specie e la nostra è davvero basata su questo tipo di totale negazione?

Risposta : Ti stupisce il fatto che io non ne sia minimamente turbata? Mi aspettavo simili reazioni estremiste. La totale negazione dell’esistenza di altre specie (soprattutto rettiliane) come nel vostro caso è fortemente insidiata nella coscienza di ogni individuo. Questo antico condizionamento deriva dai giorni della vostra terza creazione artificiale e, biologicamente parlando, è stata passata come informazione genetica da generazione in generazione. L’identificare la mia specie con potenze oscure era una delle intenzioni primarie degli Elohim, ai quali piaceva immedesimarsi nel ruolo di potenze di luce – una cosa a dir poco paradossale, considerando che la loro specie umanoide era estremamente sensibile alla luce del sole. Forse ti aspettavi che io mi offendessi, quindi suppongo di averti deluso. Questi atteggiamenti non sono in realtà colpa vostra : state semplicemente seguendo per la maggior parte quello che è stato inculcato ai vostri antenati. E’ comunque deludente che molti di voi non siano riusciti a sviluppare una coscienza individuale, per questo motivo sarebbe d’aiuto per voi superare il condizionamento. Come ho già detto, noi siamo stati in contatto diretto per diversi secoli con alcune delle vostre tribù primitive : queste tribù riuscirono a superare la vecchia “programmazione”; erano in grado di incontrarci senza tensione, odio e rifiuto. Apparentemente molti dei vostri moderni individui civilizzati non sono in grado di pensare per conto loro, ma si lasciano guidare dalla programmazione e dalla religione (che è anch’essa una manifestazione di quell’antica programmazione e parte del piano degli Elohim). Quindi, commenti di quel genere li considero più divertenti che irritanti; confermano semplicemente in larga maniera le mie supposizioni sul vostro ristretto modo di pensare.

Domanda : Di conseguenza voi non siete la “Specie del Maligno” come detto prima?

Risposta : Come dovrei risponderti? La vostra gente pensa ancora seguendo un semplice e completamente inappropriato schema di generalizzazione. Parlando semplicemente, NON esistono specie puramente malvagie. In ogni specie terrestre ed extraterrestre esistono individui buoni ed individui cattivi; voi stessi ve ne rendete conto; ma NON esiste assolutamente una specie completamente malvagia. Questo concetto è davvero molto primitivo. Voi credete da tempo immemore quello che i vostri creatori vi hanno fatto credere. Ogni specie conosciuta, anche la più sviluppata, consiste in un grande numero di coscienze individuali (almeno una parte della coscienza è individuale, sebbene vi siano campi di connessione della coscienza); questi spiriti autosufficienti sono in grado di decidere liberamente uno stile di vita che può essere buono o cattivo, basandoci sui vostri standard umani. Ancora una volta, dipende dal punto di vista; la vostra gente non è proprio in una posizione tale da essere in grado di giudicare una specie molto più avanzata come buona o cattiva, perché il vostro punto di osservazione è posto più in basso. Le vostre semplici parole “buono” e “cattivo” sono in ogni caso un esempio di una tendenza verso la generalizzazione; nel mio linguaggio sono presenti diversi concetti per descrivere le varie sfumature di significato riguardanti i comportamenti rapportati alle norme sociali.

Anche queste razze extraterrestri inclini ad agire con antagonismo nei vostri confronti non sono “Specie del Maligno”, sebbene operino in maniera negativa e senza rispetto per la vostra razza. Loro fanno tutto ciò per le loro ragioni e non perché siano cattivi; voi siete stati concepiti e strutturati con un modo di pensare più lineare a focalizzato rispetto al loro, quindi vi comportate di conseguenza. L’attitudine di una specie nei confronti di un altra specie dipende fortemente dai propri rispettivi modi di pensare; ogni specie setta le sue priorità. Classificare tutto ciò come “buono” o “cattivo” è davvero primitivo, per la sopravvivenza di qualunque specie vi sono lotte di vario tipo. Non escluderei nemmeno la mia stessa razza da tutto ciò, si sono infatti verificati alcuni eventi nel passato che personalmente non condivido ma di cui non parlerò. Nessuno di questi eventi si è verificato negli ultimi 200 anni della vostra scala temporale. Ma ti prego di tenere presente questi : NON esistono razze assolutamente buone come NON esistono razze assolutamente cattive, perché ogni specie è composta da individui.

Domanda : Nelle lettere che ho ricevuto vi era spesso la richiesta di maggiori dettagli circa la fisica avanzata di cui hai parlato l’ultima volta. Molta gente sostiene che le tue parole non abbiano senso. Per esempio, come funzionano gli UFO, come fanno a volare, come fanno a fare quelle manovre?

Risposta : Come dovrei spiegarlo alla gente? Non è così semplice. Lasciami pensare per un minuto. Devo sempre utilizzare delle parole molto semplici per renderti chiari i principi di base della scienza avanzata. Proviamo così : devi avere chiari alcuni fatti fondamentali. La primissima cosa consiste nel dovere suddividere lo stesso concetto del mondo fisico, perché ogni esistenza consiste di strati differenti: Diciamo per semplificare che esso consista di una illusione materiale e di una sfera di influenza.

NOTA DEL TRADUTTORE DALLO SVEDESE : NON ESISTE NESSUNA TRADUZIONE ESATTA PER LA PAROLA ‘FELDRAUM’ -“FELD” VUOL DIRE “CAMPO”, “RAUM” VUOL DIRE “SPAZIO, STANZA, ESPANSO” QUINDI LO TRADURRÒ COME “SFERA DI INFLUENZA”

Certe condizioni fisiche sono associate solo con il regno materiale, mentre altre condizioni più complicate sono associate solo con la sfera di influenza del mondo materiale. Il vostro concetto del mondo fisico è basato su una semplice illusione materiale. Quella illusione è ulteriormente suddivisa in tre condizioni base o elementari della materia. Esiste anche una importantissima quarta condizione; è il confine nella sfera di influenza o il regno del plasma. Per voi, la teoria di una trasformazione controllata o di una elevazione della frequenza della materia e l’esistenza stabile di una quarta condizione di aggregazione della materia non è molto comune, o comunque esiste ad un livello molto primitivo. (Esistono solo cinque stati della materia, ma parlare anche dello stato post-plasma non farebbe altro che confonderti ulteriormente. E comunque non è necessario per capire la teoria di base ; è connesso con diversi fenomeni che voi vi limitereste a classificare come paranormali.) Torniamo alle teorie essenziali: Plasma…ora, con plasma io non intendo solo “gas caldo” – così come la vostra gente classifica il concetto – ma piuttosto intendo una più alta condizione di aggregrazione della materia. Lo stato plasma della materia è una forma speciale della materia che sta tra la sua reale esistenza e la sfera di influenza, tutto qui, una completa perdita di massa e un accrescimento di energia in varie forme ogniqualvolta la materia è “premuta o urtata”.

Il quarto stato della materia è molto importante per alcune condizioni fisiche che possono essere usate per esempio per….come dovrei fartelo capire…generare antigravità. (questa è una parola umana molto strana e non è molto corretta, ma dovresti capirlo meglio in questo modo.) Essenzialmente, nel mondo della fisica reale, non esistono forze bipolari, ma piuttosto soltanto un “comportamento riflettivo dipendente dall’osservatore” di una singola, grande forza unificata a differenti livelli. Con l’antigravità o la distribuzione delle caratteristiche gravitazionali su livelli, uno può, per esempio, causare la levitazione della materia apparentemente solida; questo metodo è utilizzato in parte da noi e dagli extraterrestri come mezzo di propulsione per i loro UFO. Voi vi state muovendo su un livello molto primitivo verso un principio simile da utilizzare nei vostri progetti militari segreti, ma dato che voi avete più o meno rubato questa tecnologia (e vi è stata falsamente passata intenzionalmente dagli extraterrestri), mancate di una vera comprensione della fisica; come risultato, dovete affrontare problemi riguardanti l’instabilità e disturbi. Non ti sembra che questo sia un ulteriore esempio del discorso su “buono” o “cattivo”? Voi giocate con forze sconosciute e così accettate la morte dei vostri compagni, perché muoiono per una causa più importante, ovvero per l’avanzamento della vostra tecnologia, che a sua volta verrà utilizzata per scopi bellici ovvero negativi. Adesso, qualcuno può darvi il beneficio del dubbio , ovvero che solo una piccola parte della vostra specie è a conoscenza di questi progetti alieni che sono considerati – come lo spiegheresti tu – top secret. Vi è stato detto che più alto è l’ordinale e o il numero di classificazione della materia, più semplice è l’innalzamento della condizione, ma è corretto soltanto in parte. Se non potete trattare queste potenze, allora è meglio che non ci proviate. Ma la tua specie è sempre stata ignorante e da tempo immemore prova a giocare con forze che non riesce neanche a capire. Perché dovrebbe cambiare?

Ricordi la faccenda della fusione del rame? con la fluttuazione al giusto angolo con il campo di radiazioni indotte, il rame viene fuso con altri elementi. (L’illusione della materia è fusa, i campi nella sfera di influenza si sovrappongono l’uno con l’altro, ma la forza principale sarebbe riflettuta da quel processo e assumerebbe una caratteristica quasi-bipolare.) La conseguente connessione e il campo non sarebbero quindi stabili nella normale condizione della materia e non adatta per certi compiti. Come risultato, l’intero spettro di campo viene capovolto verso una condizione più alta di simil-plasma, dove lo spettro si unisce con questo ruvido cambiamento al polo opposto – la parola NON è corretta – del campo di forza e ricorda molto un cambio gravitazionale. Questo cambio provoca un “sussultarsi” della forza repulsiva quasi-bipolare, che adesso non scorre più verso l’interno del campo di forza, ma in parte verso l’esterno. Il risultato è un campo di forza riflettente inter-stratificato che è davvero difficile da modulare all’interno di particolari confini tecnici in relazione alle sue personali caratteristiche. Può anche occuparsi di una moltitudine di compiti, come per esempio, fare lievitare e manovrare un massivo numero di oggetti volanti. Può anche fungere come camuffaggio nel regno delle radiazioni elettromagnetica così come manipolare una sequenza temporale di eventi – ovviamente in maniera molto limitata – ed anche altre cose. Hai familiarità con il vostro “effetto tunnel quantico”? Anche l’ampiezza delle equalizzazioni tra la materia genuina può essere raggiunto con uno di questi tipi di campo se la frequenza e la distanza dal piano del campo è abbastanza alta. Sfortunatamente, tutto ciò che ti ho spiegato usando le vostre parole è venuto fuori molto primitivo, temo. Suonerà piuttosto strano e certamente impossibile per la tua comprensione, ma può darsi che questa semplice spiegazione possa esserti d’aiuto a comprendere. Ma di nuovo, forse no.

Domanda : Vi è una spiegazione scientifica per i fenomeni paranormali, come per esempio i tuoi poteri mentali?

Risposta : Si. Per spiegarlo, bisogna rendersi conto della realtà fisica della sfera di influenza {Feldraum}. Ci proverò…aspetta solo un secondo..devi separarti mentalmente dall’illusione che ciò che vedi è la vera natura dell’universo. E’ piuttosto la superfice di un lato dell’universo. Immagina che tutta la materia qui presente – questo tavolo, questa matita, questo apparecchio, questo foglio – non esistono realmente, ma sono soltanto il risultato di una osccilazione di campo e di una concentrazione energetica. Tutto la materia che vedi, ogni creatura, ogni pianeta e stella in questo universo, ha una “informazione equivalente ad energia” nella sfera di influenza che si trova in un campo principale – il livello generale {delle cose}. Adesso, non è presente solo un livello, ma diversi. L’ultima volta, ho menzionato quella specie altamente sviluppata in grado di cambiare livello (che è qualcosa di completamente differente dal semplice cambio di bolla, in quanto le bolle sono una parte di ogni livello). Capisci? Le dimensioni, così come le chiamate voi, solo parte di una bolla solitaria, le bolle o la schiuma universale sono parte di un livello, e i livelli sono strati nella sfera di influenza, mentre la sfera di influenza, agento nella capacità della singola misura fisica, è essenzialmente infinita; è composta da innumerevoli strati di informazione-energia e livelli generali. Non vi sono livelli nulli nella sfera di influenza; sono tutti gli stessi, ma sono separati dal significato delle loro condizioni energetiche. Vedo che ti sto confondendo. Forse è meglio fermarmi con la spiegazione.

Domanda : No, continua pure. Come nascono concretamente i poteri paranormali?

Risposta : Benissimo allora. Proviamo qualcosa di più semplice. Di nuovo, non è completamente esatto, ma cominciamo in questa maniera : la materia tangibile in questo lato è rispecchiata nella sfera di influenza {Feldraum} come un campo composto da strati distinti. Questi strati contengono informazioni, come per esempio, circa la semplice struttura della materia o la frequenza della stringa, ma vi è anche una informazione derivata dallo sviluppo della materia. Hai familiarità con il concetto umano dei “campi morfogenetici”? Una parte dello strato si potrebbe definire in questo modo. Adesso, vi è anche un’altro strato intermedio per il quale purtroppo non vi è il relativo concetto umano, dato che la sua teoria non è comune nel pensiero umano. Chiamiamolo “para-strato”, dato che questo strato è il principale responsabile di tutto ciò che voi chiamate PSI e paranormale e che si trova al di fuori dei confini della vostra scienza primitiva. Questo para-strato si trova tra gli strati della materia e tra gli strati morfogenetici di un campo nella sfera di influenza. Si può integrare attivamente con entrambi. Il tuo corpo, per esempio, ha il suo campo corrispettivo nella sfera di influenza {Feldraum}. Questo non vuol dire che esso non esista qui – in quanto carne, sangue, ossa – sotto forma di stringhe di materia o atomi, ma non si limita a questo. L’esistenza è sempre una dualità. Alcuni strati del campo contengono semplici informazioni riguardanti la materia solida del tuo corpo e riguardo la sua frequenza, mentre altri strati contengono informazioni riguardanti il tuo spirito, la tua coscienza o, parlando da un punto di vista umano-religioso, la tua anima. La consapevolezza o la coscienza in questo caso sono una semplice matrice di energia, divisa in diversi strati del tuo campo nella sfera di influenza – nulla di più nulla di meno. La consapevolezza genuina esiste anche qui nel lato materiale, ma soltanto in forma di post-plasma (la quinta forma della materia). Con la necessaria conoscenza fisica e la corrispondente tecnologia, la matrice della coscienza/consapevolezza, o anima, può anche essere separata dal suo campo. Puo continuare, nonostante la sua rimozione, ad esistere in maniera autosufficente per un certo periodo di tempo. Tutto ciò ha lo strano nome occulto di “furto dell’anima”. Ma nonostante tutto, stiamo parlando di scienza, non di magia o di forze oscure.

Ma tornando alla domanda : le creature con poteri mentali più potenti possono avere una influenza diretta nel para-strato tramite i loro campi di coscienza/consapevolezza. Adesso questo strato non è limitato solo all’individuo, ma è piuttosto una parte dello strato di informazione generale – lo puoi chiamare in senso prosaico l’anima della comunità – che è connessa con tutte le materia animate ed inanimate e tutte le coscienze che esistono in questo livello principale. La causa biologica di queste abilita comunque si trova nel lato materiale, nella ghiandola pituitaria, che è sempre in un posizione tale da generare le frequenza per controllare attivamente la sfera di influenza {FELDRAUM}. Anche voi potreste teoricamente fare ciò; ma comunque, voi siete fortemente bloccati riguardo queste cose. Come ho detto, il para-strato può interagire sia con la materia che con la mente. Per sempio, se io decidessi di utilizzare i miei poteri mentali ancora una volta per muovere questa matita, allora, parlando semplicemente, immagino nella mia mente come la mia coscienza/consapevolezza si espande/si amplifica nel lato materiale sotto forma di post-plasma nei confronti della matita. Nella sfera di influenza questo causa simultaneamente il comando automatico dallo strato della coscienza/consapevolezza al para-layer di interagione con lo strato della materia della matita. Dato che il para-strato non è confinato nel corpo, non è neanche un problema che la matita si trovi laggiù, perché posso tranquillamente raggiungera senza muovere il mio corpo fisico. il post-plasma da questo lato, il para-strato dall’altro. Io ho il controllo sulla matita e l’interazione porta il campo della materia della matita al punto dove cambia nella maniera in cui si muove, per esempio.

[COMMENTO DI OLE K : CERTIFICO CHE LA MATITA DI CUI SOPRA NEL MOMENTO STESSO È SALTATA IN ARIA AD UNA ALTEZZA DI 20 CM PER POI RICADERE SULLA SUPERFICE DEL TAVOLO. IL SUONO È CHIARAMENTE DISTINGUIBILE NELLA CASSETTA REGISTRATA. NESSUNO HA VISIBILMENTE TOCCATO QUELLA MATITA.]

Domanda : Affascinante. Che tipo di attività paranormali è possibile generare in questo modo?

Risposta : Qualunque tipo. Tutto ciò che tu chiami paranormale. Come ho detto, questo strato speciale si trova nella sfera di influenza tra gli strati di informazione morfogenetica e gli strati della materia e può interagire con entrambi i lati. Questo vuol dire che può interagire sia con la materia solida che con le informazioni mentali, e quindi possiamo fare qualunque cosa che viene generalmente associata alla telecinesi e alla telepatia. l'”assorbimento della connessione” con un’altra coscienza/consapevolezza è generalmente separato nella procedura dalla semplice influenza della materia, dato che differenti campi di coscienza/consapevolezza lavorano con differenti oscillazioni. Una coscienza/consapevolezza che invia o una coscienza/consapevolezza che riceve deve prima adattarsi perfettamente all’altra mente, prima che sia possibile qualunque tipo di accesso. La maggior parte delle specie ha anche le possibilità di bloccare l’accesso alieno, ma voi non avete questa capacità. Generalmente la regola è : più forti sono le abilità paranormali di una specie, più facile è per loro l’adattamento e l’accesso. Le nostre stesse abilità non sono poi così sviluppate : quindi prima abbiamo bisogno di capire a fondo la mente aliena prima di potere usare la mimetizzazione, mentre invece nei vostri confronti è molto semplice grazie alla presenza dell’interruttore acceso/spento. Alcune di queste abilità sono anche parzialmente ereditate ; per esempio, madri e figli della mia specie sono collegati durante i primi mesi di vita – parzialmente anche mentre l’uovo e nel ventre della madre – e comunicano telepaticamente. Per influenzare voi invece abbiamo bisogno di un certo periodo di tempo per fare pratica, nonostante la vostra semplice struttura. Ma comunque è proibito, per esempio, per gli adulti della mia specie di andare in superfice prima dell'”Eta della Illuminazione”. (quel termine è sinonimo, insieme ad altre cose, di piena forza fisica.). Nel caso di abilità non del tutto sviluppate, il rischio di essere scoperti da voi sarebbe troppo alto. Ma comunque vi sono ovviamente numerosi insegnamenti segreti circa le reali possibilità che possono essere raggiunte da un individuo, ma non ne so quasi nulla.

Ogni qual volta che una mente aliena dovrebbe essere influenzata, vi sono alcune procedure generalmente valide, che sono utilizzate da altre specie extraterrestri. Prima di tutto, l’oscillazione aliena deve essere percepita, ed è qualcosa che generalmente viene fatta automaticamente dal cervello, es per l’uno l’oscillazione di campo, per l’altro le onde cerebrali quasi-elettriche qui nel normale spazio dove si trova la materia. Non è particolarmente difficile. Dopo di che, basta semplicemente sondare la coscienza/consapevolezza nella mente con una manifestazione post/plasma, la sfera di influenza reagisce e si forma la connessione. Adesso è possibile estrarre informazioni dal primo e registrarle nel secondo nella giusta locazione. L’ultima volta mi hai chiesto se voi avete la possibilità di proteggervi contro questa influenza, e io ti dissi che sono un cervello sveglio e concentrato ha un qualche tipo di possibilità di contrastarla. In questo stato mentale le oscillazioni cambiano molto bruscamente e l’accesso diventa complicato; ad essere più precisi, può diventare anche doloroso. Quando invece chiudi gli occhi, allora il campo diventa più “piatto”, e l’accesso alieno alla mente è possibile immediatamente e senza resistrizioni. In termini di possibilità contro una specie molto più avanzata, non ne avete assolutamente. Loro sono in grado di aggiustare le oscillazioni più velocemente di quanto voi possiate provare a cambiarle. Potrei anche dimostrartelo, ma l’ultima volta eri talmente spaventato e confuso che credo sia meglio lasciare che rimanga la sola spiegazione.

Questa spiegazione presumibilmente ti suona come – come hai detto – qualcosa di esoterico, occulto o magico. La ragione è la tua mancanza di conoscenza di base che ti impedisce di vedere come stanno realmente le cose. Tutti i fenomeni paranormali hanno una origine puramente scientifica. Niente di tutto questo ha a che fare con poteri sopranaturali. Noi cresciamo con questo tipo di conoscenza, noi sappiamo come fare uso di questi poteri, e da dove vengono. Conosciamo sia la teoria che la pratica. Voi no. Quindi, voi non capite realmente quello che succede nel vostro mondo – voi vedete solo un lato dell’esistenza, non l’altro (e qua intendo quei due lati fisici). Tutto ciò che è paranormale è dualistico, ed esiste nello spazio abitato dalla materia così come nella sfera di influenza. Per essere spiegato…può essere spiegato solo accentando l’esistenza della sfera di influenza, perché è la base. Preferirei smettere con le domande scientifiche dato che che sembri non comprenderle comunque granchè. Stiamo perdendo tempo più o meno prezioso facendo questo.

Domanda : Un’ultima domanda. Durante il nostro primo incontro in Dicembre, mi hai fatto chiaramente capire che non avevi intenzione di discutere con me di temi scientifici e paranormali. Come mai questa apertura, adesso?

Risposta : L’ultima volta non ho visto una reale necessità di sovraccaricarti con concetti di quel tipo (e adesso sei chiaramente sovraccaricato). Quindi, ho preferito toccare questi temi in senso periferico. Apparentemente, comunque, alcune delle mie performance oggi ti hanno portato a pensare al tuo mondo, e sicuramente non è una cosa negativa. E comunque, i vostri scienziati umani tenderanno a considerare i miei commenti come “imbrogli”. E quindi non vedo particolare pericolo a distribuire queste informazioni. Nessuno vi presterà particolare attenzione. Comunque, le parole della gente che mi ha identificato come una “Creatura del Male” hanno le loro origini nella credenza verso i poteri occulti e la magia – due cose che NON esistono assolutamente. Non esiste la magia, esiste soltanto scienza altamente sviluppata, e tutto ciò che bollate come “magia” è soltanto una parte della scienza. Se riusciste a comprendere questo, sareste già un passo avanti nel vostro sviluppo. La mia apertura su questi argomenti finisce qui. Fammi altre domande, per favore.

Domanda : Bene. Parliamo degli UFO. Puoi spiegarmi come hanno fatto i nostri governi a venire in possesso di materiale UFO a tal punto da permettere l’avvio di propri progetti? Tutto ciò ha qualcosa a che fare con l’incidente di Roswell?

Risposta : Si, ma quell’incidente non fu il primo. Non sono uno storico, Io sto studiando solo il vostro atteggiamento corrente, quindi la mia conoscenza di questi eventi della vostra storia è presumibilmente non particolarmente estesa. Provero a spiegarti quello che conosco degli avvenimenti accaduti all’epoca. Lasciami pensare per un secondo. Tra gli anni 1946-1953 del vostro calendario, ci sono stati cinque casi in cui astronavi extraterrestri si sono schiantate sulla superfice della Terra. In quello schianto che voi chiamate “Incidente di Roswell” non vi era solo una astronave aliena coinvolta, ma due che si sono schiantate sopo una collisione in differenti parti della terra nella parte ovest – quella che voi chiamate USA. (Devi sapere che le navette di questa particolare specie possono continuare a levitare nell’aria per un particolare periodo di tempo, anche se sono danneggiate; questo spiega la differenza in termini spaziali tra i punti di impatto.) Questi comunque non erano i primi schianti, ma a quel tempo il secondo e il terzo. Un’altra astronave si era schiantata nel 1946, ma era talmente distrutta da risultare inutilizzabile.

Un’altra cosa prima di continuare con la spiegazione : certamente ti suonerà ridicolo che delle astronavi extraterrestri così avanzate semplicemente si schiantino, e che un numero relativamente alto di loro l’abbia fatto in un periodo di tempo relativamente corto. La spiegazione di tutto ciò è parecchio strana ma corretta. Il problema non si trova nel sistema di guida in se, ma più che altro nella direzione di campo del vostro pianeta. Questa specie di cui abbiamo parlato – ed è stato sempre in questo periodo che questa specie ha usato navette a forma di disco – ha usato si un sistema di propulsione che funziona in base al normale principio di fusione, ma un sistema che a quel tempo utilizzava un metodo poco convenzionale per l’allineamento di campo. Quel sistema aveva diversi vantaggi ma anche degli svantaggi. Il campo di repulsione deve ovviamente stare in un campo magnetico più stabile, per il quale hanno sviluppato e tarato il loro sistema di guida. Il campo magnetico terrestre non è a dire il vero molto stabile; è soggetto a variazioni cicliche e forma dei vortici di campo in condizioni sfavorevoli. Ogni qual volta che una navetta contenente uno di questi sistemi di guida va a finire in una fluttuazione di campo o in un vortice troppo forte, allora per un breve periodo di tempo il campo di repulsione non può più allinearsi correttamente e la nave scivola incontrollata verso la sua rotta di volo. Il sistema di guida funzionava correttamente, ma il campo fluttuava in tutte le direzioni, venne connesso non intenzionalmente con quello del leader della flotta e ci fu una collisione con un’altra navetta per cui entrambe furono seriamente danneggiate. La causa della fluttuazione magnetica in quel periodo era probabilmente un disturbo elettrico dovuto ad eventi metereologici. Il risultato fu che entrambe le astronavi si schiantarono; una di esse cadde vicino il punto di collisione, l’altra ad un centinaio dei vostri chilometri di distanza. Tutti gli occupanti rimasero uccisi nell’impatto. La debole struttura di queste navette a disco non è molto stabile in se per se, dato che questi dischi non sono stati concepiti per proteggersi dagli schianti nè per il volo in un campo magnetico dove sono presenti forze esterne.

I militari umani inizialmente collezionarono i singoli pezzi della nave, fin quando non trovarono l’intero mezzo con dentro le creature morte. Immediatamente classificarono il tutto come “Top Secret” e portarono il tutto nelle loro basi militari per le analisi. L’intenzione segreta era utilizzare la tecnologia aliena contro i nemici di quella grande nazione. Tutto questo è tanto primitivo quanto ridicolo. Credo di ricordare – non voglio specificare esattamente la data – che fu tra il 1949 e il 1952 che avvenne un bruttissimo incidente durante gli esami di uno dei relitti. Basandomi su ciò che ho sentito – cioè su ciò che i membri di quel governo dissero a membri della mia specie – tutto fu causato da una attivazione non intenzionale di uno dei componenti della nave in condizioni non protette. Il risultato fu – come dovrei dirlo – un incontrollato cambio dell’ambiente circostante in una condizione simil-plasma per un breve periodo di tempo, il quale a sua volta ha causato la trasformazione repentina del campo di potenza generico in una pulsazione magnetica di estrema potenza.
Hai idea che razza di effetto si ha quando un’organismo viene in contatto con una scossa plasma-magnetica? No, come faresti a saperlo. Certo che non lo sai. Disturbi nella struttura di campo e feedback bioelettrico. Immagina, se vuoi, un corpo umano che viene messo tra le fiamme continue per 3 o 4 dei vostri giorni. Queste fiamme apparentemente non tendono a spegnersi e bruciano il corpo fino al suo ultimo composto. Bene, allora hai una idea approssimativa di ciò che è successo. Credo che siano morti dai 20 ai 30 dei vostri scienziati in quel laboratorio.

Due ulteriori schianti si ebbero nel 1950 e nel 1953 in una zona adibita alla raccolta d’acqua nel continente Americano. Queste navette furono raccolte relativamente intatte. (Quella nel 1953, per quanto mi ricordi, aveva anche un nucleo di guida intatto. E’ stato da quando voi vedeste per la prima volta questo apparecchio che avete capito male l’intero concetto e l’avete ricostruito in maniera completamente sbagliata. Tuttora non l’avete ancora costruito in maniera corretta.) Quella specie che costruì queste navette – una specie che io, comunque, considero tra quelle che vi sono ostili – era naturalmente preoccupata riguardo gli esami della loro tecnologia da parte della vostra razza. Non volevano comunque, proprio in quel momento, cominciare un conflitto diretto con voi, e quindi scelsero la via diplomatica e vennero in contatto con quel governo durante gli anni 60. Naturalmente non dissero le reali motivazioni per cui erano qui – rame, idrogeno, aria – ma piuttosto si presentarono come “curiosi ricercatori” e offrirono di mostrarvi il principio di funzionamento delle navi, per avere in cambio alcuni “favori”. Sempliciotti come siete, ovviamente avete accttato…e siete stati traditi. Voi gli avete dato materie prime, gli avete dato luoghi sicuri per le loro basi, gli avete dato accesso ai vostri più segreti dati di difesa, gli avete dato accesso al vostro DNA e ancora di più – tutto questo solo per la vostra brama di potere e informazione. La specie aliena ovviamente notò in fretta che avevano a che fare con creature dalla mente semplice, e vi diedero informazioni false ed inferiori sulla loro tecnologia così da ottenere dalla collaborazione con voi molti più vantaggi rispetto a voi. Per esempio, vi hanno detto che il sistema di guida può essere costruito solo con elementi instabili di numero di classificazione alto, ma non vi hanno detto che il sistema può essere modificato per funzionare perfettamente anche con elementi stabili di un numero periodico più basso, e generalmente è in questo modo che si costruiscono. A causa di queste mezze verità vi reserò dipendenti dalla sintetizzazione di elementi a numero alto, e quindi dipendenti dalla loro stessa tecnologia. I loro suggerimenti per costruire i vostri “UFO” erano concepiti in maniera tale da far nascere nuovi problemi una volta risolti i vecchi problemi. Non vi hanno mai detto la verità completamente, ma vi hanno sempre detto delle bugie, destinate a portare successivamente a problemi tecnici e ad una vostra continua dipendenza da loro.

Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, accaddero diverse cose tra la specie aliena e il governo umano – non voglio addentrarmi eccessivamente in dettaglio perché ci sono molte cose di cui non sono sicura. L’intero problema si ebbe a causa di qualche nuovo – o per meglio dire, vecchio problema tecnico con le navette costruite da voi, il cui sistema di camuffaggio e di guida fallì durante i voli di prova a cielo aperto. A causa di ciò, la segretezza della operazione fu in pericolo. I vostri militari e i vostri politici cominciarono lentamente – molto lentamente – a giungere alla conclusione dopo più di 20 anni di essere stati traditi da quella specie aliena. L’alto numero di incongruenze e il non rispetto dei trattati da entrambe la parti portò ad un’alterco tra voi e gli extraterrestri, che culminò nell’innalzamento di 3 oggetti aerei alieni equipaggiati con una arma a – come lo chiameresti? – EMP {Pulsazione Elettromagnetica – Electromagnetic Pulse} e una barriera militare in una delle loro basi sotterranee. In seguito a questi attacchi, gli alieni interromperono qualsiasi contatto con voi e furono naturalmente molto arrabbiati verso la vostra specie. Quindi, considero questa specie extraterrestre tra le tre che vi sono ostili, e mentre le altre due sono occupate con i loro affari, portando avanti una guerra fredda per il dominio sul vostro pianeta, i vostri vecchi “amici” e collaboratori si stanno preparando per ottenere la dominazione assoluta sulle materie prime e sul DNA. Al momento è probabilmente vero che manchino sia di alcune possibilità tecniche che del numero di forze necessarie per giungere direttamente ai loro obiettivi. Nonostante ciò, crediamo che poteranno avanti alcune azioni negative – possibilmente anche di tipo più “astuto” – contro di voi nei prossimi anni o nelle prossime decadi.

Domanda : Le altre specie extraterrestri non faranno nulla contro queste azioni di guerra? Mi riferisco nello specifico alle razze più sviluppate. Non dovrebbero fare qualcosa?

Risposta : E qui sbagli. Nello specifico, alle specie aliene più sviluppate interessa molto poco il vostro destino. Per loro siete animali. Animali in un laboratorio molto grande. Certo, un intervento alieno nel vostro pianeta disturberebbe i loro progetti, ma non credo che saranno disposti ad accettare un confronto con altre specie per questo. Molti di loro potrebbero semplicemente cercare un’altro pianeta per le loro ricerche, o potrebbero studiare a distanza il vostro comportamento e la vostra coscienza/consapevoleeza, dato che le situazioni di crisi potrebbero risultare interessanti per i loro studi. Quando voi osservate un formicaio, ed un’altra persona arriva e pesta questo formicaio, voi cosa fate? Ve ne andate, oppure cercare un’altro formicaio, o osservate le formiche che si trovano in una condizione di crisi. Ma qualcuno di voi – pur essendo possibilmente più grande e potente di quello che ha pestato il formicaio per primo – difenderebbe le misere formiche? No. Devi immaginare il tutto dal punto di vista di creature altamente avanzate. Voi siete le formiche. Non aspettatevi alcun tipo di aiuto da parte loro.

Ovviamente ci chiesero aiuto quando divenne chiaro che i vostri vecchi partners vi stavano tradendo. Alcuni membri di quel governo umano sono pienamente a conoscenza della nostra esistenza – alcuni anche basandosi parzialmente su vecchi concetti religiosi. Per esempio, vi è un enorme costruzione parziamente interrata nella capitale, completamente dedicata alla mia specie e che ha anche uno sbocco diretto ad un sistema di ascensori e ad un sistema sotterraneo. In questa costruzione sono avvenuti incontri parziali tra noi e gli umani. Vi abbiamo passato diverse informazioni negli ultimi anni; per quanto ne sappia, ci terremo più lontani possibile dal conflitto. Dovreste imparare a risolvere i vostri problemi da soli o a diventare abbastanza intelligenti da evitare di creare questo tipo di situazioni. Cosa accadrà e chi si metterà dalla vostra parte solo il tempo potrà dirlo. Non mi sento proprio di sbilanciarmi su questo argomento.

Domanda : Ho qua 5 differenti fotografie di UFO, o almeno che sembrano mostrare UFO. Potresti dare un’occhiata e dirmi in quale di queste foto è ritratto realmente un oggetto volante extraterrestre?

Risposta : Posso provarci. Mi hai fatto molte domande oggi alle quali non posso rispondere in maniera inequivocabile. Non sopravvalutare la mia conoscenza, non sono una esperta in tecnologia aliena e nella costruzione di navi extraterrestri. A direi il vero, ci sono più che altro alcuni dettagli tecnici e peculiarità a proposito degli “UFO” genuini con l’aiuto dei quali qualcuno può facilmente differenziarli da fenomi naturali o creazioni umane. A volte falsificate il disegno delle navi genuine; Quindi non è proprio semplice identificare un oggetto con certezza assoluta. Ci proverò. Fammi vedere le foto.

[COMMENTO DI OLE K : HA GUARDATO LE FOTO SOFFERMANDOSI SU OGNUNA PER UNA PAIO DI SECONDI E POI HA TIRATO FUORI LE FOTO 1, 3 E 5.]

Queste tre foto sono ovvie contraffazioni o identificazioni errate. Nella prima foto, mi sembra quasi certamente che una nave realmente esistente di una specie aliena sia stata usata per un piccolo modello. Manca di alcune importanti caratteristiche fondamentali strettamente legate al campo tecnicamente e fisicamente associato. Parlando in generale, più sono chiari i colori e le sagome in una foto, più è probabile che sia un falso, perché una nave levitante è generalmente nascosta in una condizione di campo-rovesciato che distorce i colori e le forme in base all’allineamento. Potrebbe suonare strano, ma le foto confuse e sfocate sono spesso da interpretare come segno di possibile autenticità. Comunque, questo oggetto sta sorvolando l’acqua. Se fosse una nave genuina, si dovrebbe vedere quantomeno una scia o una onda sulla superfice. Dato che la superfice è piatta, non è sicuramente una vera nave. Secondo me, nessuna di queste tre foto mostra veri oggetti in volo o UFO. Qui in questa foto non vedo nessun oggetto artificiale in volo; Sembra di avere a che fare più che altro con un riflesso di luce nelle vostre semplici macchine ottiche. Dovresti veramente essere abbastanza intelligente da non cadere in simili inganni. Quando la vostra opinione pubblica crede per lungo tempo a delle contraffazioni e a delle prese in giro, allora probabilmente scopriranno molto tardi ciò che sta realmente accadendo davanti a loro nell’atmosfera.

FOTO 2 : Albiosc, Francia, 1974

FOTO 2

Questa sembra genuina, almeno ne ha le necessarie caratteristiche. A primo acchito la attribuirei ad una specie aliena che ha visitato il vostro pianeta negli ultimi 35 anni. Lo stesso oggetto è metallico e a forma di disco; certamente è distorto in forme e colori a causa di un effetto di campo. Questi quattro bianchi e lunghi “processi” nel lato inferiore della nave sembrano una specie di manipolazione della luce quasi-gravitazionale, cioè il campo di forza universale viene rovesciato in direzione di una gravità simulata. Non sembra una luce genuina (ogni qual volta che vedi degli “UFO” illuminati la maggior parte delle volte non lo è) ma sembra una speciale forma di campo fortemente carica che si manifesta nello spazio abitato della materia sottoforma di simil-luce. La ragione dell’attivazione di questo speciale sistema ad alta energia nell’atmosfera non mi è completamente chiara; è possibile che sia una specie di investigazione o di influenza dell’ambiente circostante. In ogni caso, è una terribile mancanza di prudenza da parte di quella specie lasciare che gli umani fotografino la loro tecnologia. Beh, suppongo che la maggior parte di voi semplicemente non la capisca, e quelli che la capiscono non dicano nulla in proposito pubblicamente.

FOTO 4 : Petit Rechain, Belgio, 1990

FOTO 4

Questo è di fatto un oggetto aereo genuino; non è assolutamente extraterrestre. Gli oggetti aerei triangolari semplicemente non vengono utilizzati in volo da specie aliene, o quantomeno non in questa forma. Questa tipologia di forma aerodinamica è umana. E’ uno dei vostri progetti segreti militari che avete costruito con l’aiuto di tecnologia aliena immatura – la tecnologia che vi è stata passata dagli extraterrestri durante gli anni ’60 e ’70. Generalmente, la forma dello scafo di una nave extraterrestre genuina non fa differenza, all’interno del campo stesso non vi sono forze esterne che possano avere effetto lì dentro; in generale, le navi hanno una forma arrotondata e sono costruite senza angoli appuntiti – come dei dischi o dei cilindri – in modo tale da permettere al campo di scorrere con più facilità. I vostri progetti si basano sulla convinzione che assieme al campo di guida alieno debba esserci anche un sistema di motori a propulsione convenzionale; di conseguenza, vengono usate sempre forme triangolari o aereodinamiche per essere compatibili con questo primitivo sistema di propulsione.

In questo esempio qui la nave scivola più che altro sul suo proprio sistema di controllo di campo. Vedi la distorsione e la simil-luce nei cilindri rotanti? Questa è una inconfutabile indicazione dell’autenticità della foto. Ma perché, tu potresti chiedere, ci sono 4 cilindri? Questo è strano – anche la disposizione sembra sbagliata. Il colore è molto scuro e la distorsione ottica interna si nota molto. Presumibilmente è una ricostruzione del sistema originale da parte dei vostri scienziati. Dato che a causa della rottura dei rapporti con voi le specie aliene non vi hanno più fornito alcune informazione, stanno ricostruendo i sistemi da soli senza essere attualmente in grado di capire che razza di cose pericolose stiano facendo. Questa costruzione non rende il sistema migliore, soltanto più instabile. Entrambi i cilindri davanti sono troppo vicini l’uno con l’altro; sono destinati a finire l’uno dentro l’altro. Il colore mi fa intuire la presenza di radiazioni residue; è probabile che ancora una volta come di consueto siano stati usati elementi alti per il cambio di campo. E’ in ogni caso molto pericoloso essere privi di protezione nelle vicinanze del campo. La persona che ha fatto la foto ha subito danni da radiazioni o scottature?

Domanda : Non lo so. Da dove vengono questi “UFO” militari? Dagli Stati Uniti?

Risposta : Si. Penso che generalmente sia così. Dal continente occidentale.

Domanda : Ma allora perché volano sopra aree dell’Europa densamente popolate? Questa foto viene dal Belgio. Non ha senso. Puoi spiegarmelo?

Risposta: Perché io dovrei essere l’unica in grado di spiegare le strane azioni umane? E’ possibile che queste siano prove a lunga distanza o prove con il sistema di camuffaggio elettromagnetico. Il vecchio nemico della nazione Americana si trova in questa parte del mondo, perciò perché non dovrebbero fare qui le loro prove? A casa loro hanno avuto tutto il tempo di provare a fare andare avanti ed indietro le loro navi. Forse lì si sentono troppo osservati. Con delle strutture instabili di questo tipo – come indica la tua foto – credo che sia quantomeno improbabile che quella navetta sia in grado di fare un volo di quella lunghezza attraverso l’oceona. E’ possibile che vi sia una stazione di test qui nel vostro continente. Sfortunamente, non ne so nulla.

Domanda: Molti lettori della prima trascrizione hanno posto molte domande riguardo il modo in cui avvenne il tuo primo contatto con E.F. Io già conosco la storia, ma potresti ripeterla qui ancora una volta per la nuova trascrizione?

Risposta : Certo. Dunque, la storia iniziò circa 2 anni fa qui in Svezia. Io sono sempre stata fortemente interessata alla vostra specie e al vostro comportamento sin dalla mia giovinezza; A quel tempo avevo già studiato la vostra letteratura, per quanto fosse possibile. (Naturalmente, non è facile dalla mie parti venire in possesso di libri umani, ma dato che il mio gruppo o famiglia si trova in un rango più alto, sono stata in grado di raccogliere un pò di materiale e di parlare qualche volta con altri della mia specie entrati precedentemente in contatto con voi.) Ero veramente curiosa circa la vostra specie e non appena mi fu dato il permesso di andare in superficie, provai a trovare immediatamente ancora più informazioni. Nonostante tutto, mi era stato epressamente proibito di venire in contatto diretto con gli umani, perché per la mia posizione a quel tempo non vi era alcuna necessità per fare ciò.

Era il vostro anno 1998, quando mi trovavo parecchio a nord da qui nella foresta, nelle vicinanze dell’entrata verso il mio mondo e stavo cercando dei campioni biologici, che utilizziamo per osservare l’inquinamento ambientale e la distruzione della flora e della fauna da parte della vostra specie. A quel tempo, ero già nella via del ritorno – ci sappiamo orientare anche meglio, comunque, attraverso la nostra capacità di sentire il campo magnetico della Terra – ed ero già nella vicinanze del grande lago, quando con mia sorpresa incappai in una capanna nella foresta. Percepii una coscienza/consapevolezza umana dentro questa capanna. Era E.F. . A dire il vero non avevo il permesso di avere contatti con altre specie, ma di contro, prima di questi avvenimenti, avevo già sviluppato la mia capacità di mimetizzazione utilizzandola con successo con larghi gruppi umani (Ancora non avevo mai incontrato un singolo essere umano quando era da sola). Adesso, chiamiamola curiosità primitiva; Volevo parlare con la persona presente in quella cabina, e quindi bussai alla porta. E. aprì la porta e iniziammo una interessante conversazione. La sua lingua non era molto comune per me a quel tempo, ma non è così difficile imparare una nuova lingua quando hai la possibilità di leggere la coscienza/consapevolezza dell’individuo in questione. Gli dissi semplicemente di provenire da una nazione straniera situata ad est. Ovviamente a quel tempo non mi riconobbe per quella che ero in realtà; era totalmente convinto di stare parlando con una creatura della sua specie, nonostante fosse semplicemente una immagine mimetica.

Dato che comunque il mio compito era investigare il terreno per diversi giorni, gli feci visita in questo lasso di tempo 3 volte sotto forma umana. Inizialmente parlammo di cose molto ordinarie; poi cominciammo a parlare di argomenti di religione e di fisica. Sembrò impressionato dalla mia conoscenza, ed io rimasi impressionata dai suoi pensieri chiari e per la sua personalità ben delineata – per essere un umano – e per le sue opinioni molto personali. Portai la conversazione in questa direzione, e E.F. disse che credeva alle specie aliene e come queste ultime non debbano essere necessariamente cattive, ma semplicemente diverse dalla sua specie. Questo mi fece piacere. A quel punto, naturalmente, non potevo parlare concretamente con lui di ciò che sapevo, perché non mi avrebbe creduto – mi avrebbe semplicemente preso per una normale burlonaumana. Cominciai a coltivare l’idea molto, molto inusuale (per la mia specie) di mostrargli la mia vera forma, cosa che feci durante la conversazione che avemmo al nostro quarto incontro nella capanna. Era predestinato per un contatto : Era onesto, intelligente, senza inclinazioni religiose, senza condizionamenti e con una mente aperta; Viveva solo ed isolato, e nessuno gli avrebbe comunque creduto se gli fosse venuto in mente di rendere pubblica la sua storia. Osai fare questo grande passo, ma dopodichè ebbi seri dubbi riguardo la bontà della mia decisione, sopratutto quando lui reagì in maniera…molto….violenta. Riusciì a riprendere il controllo di se dopo un pò di tempo e potemmo cominciare a parlare concretamente di diverse cose. Adesso non aveva nessun’altra scelta se non quella di credermi. Questo fu l’inizio di una serie di incontri che inizialmente ebbero luogo qui nella foresta, ma successivamente si spostarono nella sua lontana residenza. E dopo mi fece incontrare con te…ed è per questa ragione che siamo qui seduti di nuovo a parlare di coe che probabilmente non saranno credute dalla società umana che sta là fuori.

Domanda : Hai detto che non avevi il permesso a quel tempo per contattare esseri umani. Adesso hai il permesso di parlare con E.F. e me su tutte queste cose e di rendere il tutto scientificamente pubblico?

Risposta : Si. E’ difficile per me da spiegare e per te difficile da capire. Diciamo solo che mi trovo adesso in una posizione tale da avere questo permesso senza dovere mettere in conto alcun tipo di conseguenza. Nella mia posizione sono quasi-“immune” verso certe restrizioni. Mettiamola così. Si.

Domanda : Se altra gente volesse venire in contatto con voi, ne avrebbe la possibilità?

Risposta : Generalmente no. Evitiamo il contatto con voi e operiamo in superfice solo in aree remote e nel caso di incontri con degli umani utilizziamo le tecniche mimetiche. Il fatto che io stia parlando con te non vuol dire che altri della mia specie seguiranno il mio esempio. E’ possibile che tu possa provare a trovare una entrata verso il mio mondo e penetrare in qualche modo. Comunque, questo porterebbe presto a spiacevoli conseguenze per l’infiltrato. Non avete praticamente alcuna possibilità in superfice di riconoscerci. Non puoi neanche contattarci direttamente, siamo noi a dovere contattare voi, così come ho fatto con E.F. Questo tipo di contatti comunque non sono la regola ma solo eccezioni molto rare.

Domanda : Puoi descrivere il tuo mondo sotterraneo?

Risposta : Posso provare a farlo, ma sicuramente non ti dirò dove si trova. La mia patria si trova in una delle nostre postazioni sotterranee più piccole ad est di qui. Ti darò qualche indicazione numerica per farti capire meglio. Solo un minuto…devo provare a convertire le misure nelle vostre unità. E’ una caverna a forma di cupola alla distanza di circa 4300 metri dalla superfice della terra. La caverna fu organizzata come colonia circa 3000 anni fa; una grande porzione della struttura del soffitto è artificialmente integrata nella roccia ed è stata rimodellata a forma di una cupola piatta e elegamente proporzionata con una pavimentazione ovale. Il diametro della cupola espresso nella vostra misurazione è di circa due chilometri e mezzo. L’altezza massima della cupola nel suo punto più alto è di 220 metri. Al di sotto del punto più alto in ogni colonia vi è una speciale costruzione cilindrica grigio-bianca, una specie di colonna portante che tiene su la struttura a nido d’ape della cupola. Questa costruzione è la più alta, larga e vecchia nell’intera cupola dato che è stata la prima costruzione associata alla sicurezza del soffito. (Nel frattempo ovviamente ci sono stati periodi in cui è stata completata e ristrutturata.) Questa costruzione ha un nome molto speciale ed un significato religioso. Abbiamo solo una di queste colonne; le colonie più grandi ne hanno anche di più, in base alla costruzione del pavimento.

Una delle colonie principali nella parte interna dell’Asia ha per esempio 9 di questi tipi di supporto, ma quella colonia misura oltre 25 dei vostri chilometri. La costruzione centrale è generalmente il centro religioso, ma anche un centro per il controllo climatico, e un centro per la regolazione e il settaggio del sistema di luci. Dove siamo noi abbiamo 5 grandi sorgenti di luce artificiali che generano luce UV ed è riscaldata grazie a sorgenti gravitazionali. I condotti d’aria e i sistemi di luce dalla superfice sono distribuiti attraverso queste colonne e sono controllate molto accuratamente.

Comunque, là abbiamo 3 condotti d’aria e 2 sistemi di ascensori, ed anche una connessione tramite tunnel con un’altra colonia principale che si trova approssimativamente a 500 chilometri verso sud-est. Un condotto d’ascensore porta ad una caverna nelle vicinanze della superfice, l’altro porta ad uno dei nostri depositi per le navi – ricordi, le navi cilindriche – che sono ovviamente tenute più vicine alla superfice dietro la facciata di una montagna rocciosa. Solitamente là vi sono solo tre navi – è un deposito piccolo. Le altre costruzioni sono, per la maggior parte, ordinate in maniera concentrica in cerchi ovali attorno la colonna portante, e sono senza alcuna eccezione più appiattite; generalmente sono alte dai 3 ai 20 metri. La forma delle costruzioni è rotonda e a cupola. Il colore è anche differente a seconda del cerchio e della distanza dalla colonna principale. A nord della colonna, vi è anche un’altra costruzione molto larga, rotonda e piatta. Questa costruzione interrompe il sistema concentrico della colonia con il suo diametro di circa 250 metri. E’ la zona del sole artificiale dove sono situati degli speciali corridoi e delle stanze speciali. In questi posti predomina della luce UV molto potente, e sono usati per riscaldare il nostro sangue. Qui si trova anche una dispensa medica e una sala riunioni. Oltre l’anello esterno della colonia, vi sono delle zone dove teniamo animali – lo sai, noi DOBBIAMO consumare carne come nutrimento – e i giardini dove coltiviamo piante e funghi; vi è anche acqua calda e fredda corrente provieniente da sorgenti sotterranee. Il mio gruppo o “famiglia” vive, comunque, nel quarto anello di costruzioni a partire dalla colonna portante centrale. Così tanto in così poco tempo. Descriverti tutte le costruzioni e le loro funzioni sarebbe spingersi troppo oltre. E’ difficile spiegarti qualcosa del genere, perché fa parte di un sistema e di una cultura completamente differente alla quale sei abituato nella vita di superfice. Devi davvero vederlo per crederci.

Domanda : Potrò vederlo qualche volta?

Risposta : Chi lo sa, forse. Il tempo porta nuove opportunità.

Domanda : Quanti della tua specie vivono in questa colonia?

Risposta : Circa 900.

Domanda : Questa è la fine dell’intervista. Hai un qualche messaggio finale per i lettori della trascrizione?

Risposta : Si. Sono abbastanza sorpresa dei numerosi commenti alle mie parole; Naturalmente, sono anche dispiaciuta per essere stata ritratta come un nemico in senso religioso, cosa che è purtroppo radicata profondamente nella vostra mente. Dovreste imparare ad abbandonare il vecchio condizionamento e a smettere di stare sotto il controllo di qualcosa o qualcuno che se ne è già andato da 5000 anni. Voi siete, dopo tutto, spiriti liberi. Queste sono le mie parole finali

FONTI

EDITING ED IMPAGINAZIONE : hearthaware.wordpress.com
FONTE TESTUALE : http://www.menphis75.com