Archivi categoria: Politica

CAVIE DI MASSA!

David Dees, Conspiratorial Artist

Era l’anno scorso quando la professoressa israeliana Nadera Shalhoub-Kevorkian rivelava che le autorità di occupazione israeliane rilasciano permessi a grandi aziende farmaceutiche per effettuare test su prigionieri palestinesi e arabi, come riportò Felesteen.ps.
La lettrice dell’Università Ebraica rivelò che società militari israeliane stavano testando armi su bambini palestinesi, svolgendo questi test nei quartieri palestinesi della Gerusalemme occupata.
Parlando alla Columbia University di New York, Shalhoub-Kevorkian ha dichiarato di aver raccolto i dati mentre stava conducendo un progetto di ricerca per l’Università Ebraica.

“Le aree palestinesi sono dei laboratori” – disse – “L’invenzione di prodotti e di servizi ad opera di società di sicurezza sponsorizzate dallo stato sono alimentate dai coprifuoco a lungo termine e dalla oppressione dei Palestinese da parte dell’esercito israeliano”.
Nel suo intervento, intitolato “Disturbing Spaces – Violent Technologies in Palestinian Jerusalem”, la professoressa aggiunse: “Controllano quali bombe usare, se bombe a gas o bombe odoranti. Se usare sacchi di plastica o sacchi di stoffa. Se picchiare con i fucili o prendere a calci con gli stivali”.
L’anno scorso infatti le autorità israeliane si sono rifiutate di consegnare il corpo di Fares Baroud, morto nelle prigioni israeliane dopo aver sofferto una serie di malattie. La sua famiglia teme possa essere stato utilizzato per tali test e Israele teme che questo possa essere rivelato attraverso indagini forensi.
Nel luglio 1997, il quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth riferì che Dalia Itzik, presidente di una commissione parlamentare, dichiarò che il ministero della Sanità israeliano aveva concesso alle società farmaceutiche il permesso di testare i loro nuovi farmaci sui detenuti palestinesi, denunciando che erano già stati effettuati 5.000 test.

Robrecht Vanderbeeken, segretario culturale del sindacato ACOD belga, nell’agosto 2018 affermò che la popolazione della Striscia di Gaza “muore di fame, muore avvelenata e i bambini vengono rapiti e uccisi per i loro organi”.
Tale affermazione fece seguito alla precedente dichiarazione dell’ambasciatore palestinese alle Nazioni Unite Riyad Mansour, il quale aveva sostenuto che i corpi dei Palestinesi uccisi dalle forze di sicurezza israeliane “sono stati restituiti con cornee e altri organi mancanti, confermando ulteriormente le notizie a noi giunte sul prelievo di organi da parte della potenza occupante”.

Paragone con il Contenzioso di Kano.

Queste dichiarazioni ricordano un po’ ciò che la Pfizer fece in Nigeria, in quello che passò alla storia come il Contenzioso di Kano, in cui moltissimi bambini furono soggetti a sperimentazioni non autorizzate su un farmaco della stessa casa farmaceutica. Anche lì, la popolazione locale lo vide come un crimine razzista e coloniale attuato da una multinazionale e dai suoi “medici bianchi” che, da occidentali, si impossessavano, in chiave neocolonialista, della vita delle persone.
Significativo fu il servizio che fece Report su questo scandalo della Pfizer, facendo riflettere su come l’Africa, e tutti quei luoghi che vengono chiamati “Paesi del Terzo Mondo”, siano luoghi geografici di sperimentazioni del neoliberismo. In quella puntata vennero intervistate le vittime ed esponenti della popolazione che stavano mettendo anima e corpo in questa lotta di giustizia contro il colosso farmaceutico e fu impressionante come le stesse famiglie nigeriane ne leggessero un chiaro atteggiamento razzista che si concretizzava con “usano i neri tanto sono neri”.
Più interessante però è vedere come ancora oggi le case farmaceutiche, per la salute di alcuni distruggano quella di altri, attraverso una scienza che in verità è sempre più dipendente dall’accumulo capitalistico e si orienta attraverso dinamiche di classe e di razza molto ben definite. È la cosiddetta scienza capitalista, occidentale, suprematista e patriarcale di cui parla Vandana Shiva che ci invita a riflettere sui concetti di colonialità, decolonialità e scientificità di un sapere come universale, svelando la retorica del tecno-capitalismo come “il progresso e lo sviluppo” che, attraverso epistemi occidentali, porta con sé una forte visione colonizzante.

Rilanciare il boicottaggio delle case farmaceutiche israeliane.

Sicuramente il fatto che le case farmaceutiche israeliane sperimentino sui detenuti palestinesi crea un precedente per prendere totalmente le distanze da queste multinazionali che collaborano con il regime d’apartheid contro la popolazione palestinese, ma c’è di più.
Come risultato del Protocollo di Parigi, i farmaci venduti nel TPO, con l’eccezione di quelli fabbricati in loco, devono essere approvati in Israele. Al contrario, nonostante il carattere bilaterale del Pacchetto Doganale, i prodotti farmaceutici palestinesi non possono essere registrati in Israele per “motivi di sicurezza”. La “libera circolazione” delle merci, quindi, è unilaterale, da Israele al TPO, e gli standard sono fissati secondo gli interessi di Israele.
L’importazione di farmaci in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza è consentita soltanto per i medicinali registrati in Israele ed implica che tutto il mercato arabo (tranne rari casi) sia inaccessibile alla popolazione e all’industria farmaceutica palestinese. Il mercato palestinese non è quindi in grado di mantenere relazioni di importazione o di esportazione con i suoi mercati più vicini e naturali. Altri importanti prodotti farmaceutici, cui è negato l’accesso nel TPO, sono i farmaci generici a basso prezzo prodotti in gran parte in India, Cina e negli Stati della ex-Unione Sovietica. Tale esclusione deriva dal fatto che i farmaci registrati in Israele sono principalmente importati dall’UE, Nord America e Australia. Questo vuol dire che le società israeliane e le multinazionali farmaceutiche beneficiano della situazione in diversi modi.
In primo luogo, tutte le aziende farmaceutiche israeliane, come Teva Pharmaceuticals, Perrigo Israele – ex Agis, Taro, Dexcel Pharma e Trima, hanno un facile accesso al mercato palestinese, senza grossi problemi alle dogane e ai checkpoint, come le operazioni di carico e scarico delle merci con cambio di camion ai posti di blocco. Inoltre, non devono apportare modifiche a nessuno dei loro prodotti per venderli nel Territorio Palestinese Occupato.

L’industria farmaceutica israeliana usa questa sua posizione privilegiata, dovuta all’aiuto del governo e alla occupazione militare del territorio palestinese, senza tuttavia ammetterlo. Nella sua relazione del 2009 sulla responsabilità sociale, la multinazionale Teva Pharmaceuticals ha dichiarato di aver aderito all’iniziativa globale per affermare i valori di responsabilità sociale e ambientale tra le imprese multinazionali. L’iniziativa comprende, tra le altre, un impegno in materia di diritti umani, commercio equo e rispettose condizioni di lavoro. Una grande operazione di brand e di marketing, dal momento che Teva è la leader dell’industria farmaceutica israeliana e il suo dispregio verso le problematiche relative all’occupazione militare della Palestina indicano il suo atteggiamento neocolonialista. Questo è quanto afferma il Movimento BDS, invitando al boicottaggio farmaceutico.

La poca trasparenza di Teva.

La multinazionale, che risiedere a Petah Tiqwa, colonia fondata nel 1878 da ebrei ortodossi del vecchio Yishuv che divenne un insediamento permanente nel 1883 con l’aiuto finanziario del barone Edmond de Rothschild, non spicca certo per trasparenza.
Secondo Public Citizen, nel biennio 2016-2017, la Teva ha ricevuto una multa da 519 milioni di dollari per aver corrotto medici e ospedali in Ucraina e Messico allo scopo di aumentare le vendite del Copaxone (glatiramer acetato) e altri farmaci.
Nel 2019, inoltre, scoppiò uno scandalo che coinvolse una ventina di società farmaceutiche che avrebbero fatto cartello per gonfiare, ingiustificatamente, i prezzi dei farmaci generici del 1000%. Tra i medicinali anche quelli prescritti per cancro e diabete, portando quaranta Stati Usa a fare causa. Una delle società accusate era proprio Teva Pharmaceuticals, il più grande produttore mondiale di farmaci generici, che ha respinto ogni addebito. L’azione legale, frutto di cinque anni di indagini, presentata dall’attorney general del Connecticut, William Tong, accusava le aziende farmaceutiche di essere coinvolte “in una delle più vergognose e dannose cospirazioni per la determinazione dei prezzi nella storia degli Stati Uniti”.
Nella causa erano citate 15 persone, accusate di aver supervisionato lo schema per fissare i prezzi giorno per giorno. “Abbiamo prove forti che mostrano come l’industria dei farmaci generici abbia perpetrato una frode multimiliardaria ai danni del popolo americano”, spiegò Tong.
“Abbiamo email, sms e telefonate registrate ed ex insider delle aziende con cui crediamo di poter provare una cospirazione pluriennale per stabilire i prezzi e dividere le quote di mercato per un grande numero di farmaci generici”, ha proseguito. L’indagine, ha aggiunto, rivela perché il costo della sanità e delle prescrizioni di farmaci è così alto negli Usa.

AUTORE

Lorenzo Poli

FONTE

Infopal.it

L’AGENDA PEDOFILA – di Cathy O’ Brien

I pedofili prosperano grazie all’adrenalina dei bambini torturati, mentre noi siamo socialmente progettati per accettare la loro idea che “i bambini vogliono essere violentati”. Questo concetto disumano è deliberatamente promosso nel nostro sistema scolastico e nei media mentre la giustizia è usurpata da giudici complici che riducono le pene per crimini pedofili contro l’umanità.

Ho acquisito molte informazioni sull’agenda dei pedofili mentre ero costretta nella palude con i perpetratori sotto il loro controllo mentale MK Ultra. L’abuso prima dei 5 anni mentre il cervello si sta ancora formando è considerato la base principale per il controllo mentale, che è una componente importante della loro agenda del Nuovo Ordine Mondiale. A sua volta, il controllo mentale è coerente con il traffico di esseri umani, che è il loro principale meccanismo di finanziamento per l’implementazione di quello che Adolph Hitler chiamò per la prima volta Nuovo Ordine Mondiale. Spetta a te armarti di conoscenza contro il programma pedofilo piuttosto che liquidarlo semplicemente come “cospirazione”, come suggeriscono gli autori. Quando le radici profonde della corruzione sono strategicamente piantate per generazioni, dobbiamo pensare oltre la semantica e l’ingegneria sociale per fare la nostra parte in #SaveTheChildren e #DrainTheSwamp. 

Nascondersi in piena vista

La conoscenza è la nostra difesa contro il controllo mentale, motivo per cui la verità è censurata dai media che sono totalmente controllati per perpetuare questa orribile agenda del Nuovo Ordine Mondiale. Ricerca per te stesso. Scava in profondità alla ricerca di fatti che sono sepolti sotto illusioni mentre i nostri figli continuano a scomparire a ritmi allarmanti per nutrire i drogati di adrenalina pedofili. Il mio proprietario in MK Ultra tortuoso controllo mentale era il senatore statunitense Robert C. Byrd, che ha piantato le sue radici corrotte nel profondo della politica statunitense per oltre 50 anni. Aveva persino un ufficio nell’edificio dell’FBI per utilizzare l’agenzia come rete di cattura per il traffico di esseri umani “schiavi in ​​fuga”. Byrd avrebbe assicurato ai suoi compagni di pedofilia, controllo mentale e traffico di esseri umani: “Le brave persone non pensano di cercare questo tipo di attività criminale“. Questa attività criminale si è nascosta in bella vista da quando Project Paperclip ha importato scienziati nazisti negli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale. Quando George Bush, Sr. entrò in carica come presidente, ci disse sfacciatamente che stava implementando quello che Hitler e lui chiamava il Nuovo Ordine Mondiale.

Pedofilia: una base per il controllo mentale 

La ricerca di Adolph Hitler e di Heinrich Himmler e aveva dimostrato che la pedofilia, in particolare quella basata sull’incesto, produceva il candidato principale per il controllo mentale a causa del modo in cui il nostro cervello risponde a traumi incomprensibili. Un bambino non può comprendere un’aggressione sessuale tortuosa. Pertanto, la suggestionabilità aumenta quando la mente cosciente prende il volo dal trauma. In termini scientifici, il cervello interrompe automaticamente le vie neuronali che circondano il trauma per compartimentalizzare la memoria dell’evento in modo che il resto della mente possa funzionare normalmente come se nulla fosse accaduto. Questa risposta cerebrale è definita professionalmente come “la sana difesa della mente da un trauma troppo orribile da comprendere”. Indipendentemente da ciò che sei stato condizionato a credere sulla pedofilia, il nostro design innato dice che è sbagliato e risponde di conseguenza. Questa risposta autogena del cervello raggiunge il picco prima dei 5 anni – prima ancora che ci sia la capacità di giudicare la pedofilia è sbagliata – con conseguenti disturbi dissociativi dell’identità che possono durare tutta la vita. Quello che dobbiamo sapere è che i disturbi dissociativi dell’identità sono la base principale del controllo mentale per introdurre strategicamente il Nuovo Ordine Mondiale. Pensa alla giovinezza di Hitler. Componi la realtà della loro conformità robotica con multi-generazioni di applicazioni e tecnologie avanzate e inizi a vedere cosa sta accadendo oggi alla nostra sovranità come nazione e come individui. La pedofilia va intesa nella sua interezza. Non è una “preferenza sessuale” come siamo condizionati a credere. La pedofilia è un’aggressione violenta dei bambini che altera la formazione del cervello. Quando i cervelli compartimentalizzano l’abuso sessuale prima dei 5 anni, quella parte del cervello sezionata dalle vie neuronali che si interrompono contiene il ricordo di quell’abuso sessuale. Quando l’abuso si verifica di nuovo, quei percorsi neuronali si riaprono ancora e ancora, se necessario. Negli anni successivi, se il problema non è stato affrontato consapevolmente, quello stesso compartimento cerebrale è vulnerabile ad essere attivato come un interruttore. Potrebbe verificarsi un comportamento sessuale deviante, inclusa la pedofilia. Spesso la pedofilia si perpetua, motivo per cui l’incesto multi-generazionale è mirato al controllo mentale. È imperativo che i problemi di abuso sessuale infantile siano affrontati consapevolmente al fine di interrompere il ciclo. Le informazioni su pedofilia, controllo mentale e guarigione da esso sono state deliberatamente omesse dalla formazione sulla salute mentale. Il dottor Ewing Cameron, fondatore dell’Associazione Americana di Psichiatria e Psichiatria Mondiale, è stato notoriamente coinvolto in progetti di controllo mentale Top Secret MK Ultra. La conoscenza segreta è uguale al potere per cui censurare le informazioni scientifiche sulla funzione mente-cervello per il controllo è così intollerabile che l’insider di Intel Mark Phillips e io lo abbiamo rilasciato in PTSD: Time to Heal

Ostacolare la verità

Oggi i nostri ragazzi vengono condizionati attraverso l’educazione tradizionale globale a credere che la loro “confusione di genere” sia qualcosa con cui sono nati, distogliendoli ulteriormente dal ricordare consapevolmente gli abusi e rivendicare l’autocontrollo. Mio padre (pedofilo) ha ricevuto l’immunità dall’accusa per aver fabbricato pornografia infantile vendendomi al programma CIA MK Ultra Mind Control. All’inizio degli anni ’60 il nostro sistema giudiziario era già stato corrotto per perpetuare la pedofilia! Allora il politico locale Gerald Ford è stato responsabile per avermi spinto in MK Ultra, dove la mia vittimizzazione è aumentata proporzionalmente alla sua carriera politica. Sono diventata un “modello presidenziale” usato nelle operazioni nere ai livelli della Casa Bianca / Pentagono, come descritto in TRANCE Formation of America. Poiché il trauma estremo crea una memoria a compartimenti stagni usata per la programmazione del controllo mentale MK Ultra, sono stata sottoposto a torture e orrori che nessuno dovrebbe mai sopportare, il peggiore dei quali è stato il loro tortuoso assalto pedofilo a mio figlio. Il mio controllo mentale era assoluto e robotico per cui non riuscivo a pensare di salvare me o lei.

Una dipendenza ingiusta

Ho assistito e sperimentato una fazione criminale del nostro governo che ha implementato il suo Nuovo Ordine Mondiale attraverso un colpo di stato silenzioso che finalmente viene smascherato oggi. Crimini contro l’umanità perpetrati da Bush, Byrd, Clinton, e in modo più strategico traumatizzati nostra nazione in conformità e compiacimento. Agenti dell’intelligence, capi di governo e giudici sono spesso compromessi, indottrinati dalla pedofilia e ricattati. Le prove video di orribili atti sessuali venivano conservate nelle casseforti quando ero sotto il controllo mentale, proprio come i file dei video e dei laptop di Epstein vengono conservati oggi per scopi di ricatto. I PerpeTraitor non hanno motivo di fidarsi l’uno dell’altro senza ricatti. Ovviamente, sanno che la pedofilia e il traffico di esseri umani sono sbagliati, ma la loro dipendenza dall’adrenalina dei nostri bambini torturati e traumatizzati li unisce nel perpetuare a tutti i costi il ​​loro programma della società schiavista del Nuovo Ordine Mondiale.

Proteggi i nostri figli

Pensa cosa c’è al di là delle giustificazioni pubbliche dei perpetratori per la pedofilia. La pedofilia non è la nostra “nuova normalità”: non c’è nulla di “normale”, come dimostra la difesa autogena del nostro cervello contro di essa. Ricerca tu stesso gli effetti del trauma sulla mente umana e come la pedofilia altera la funzione cerebrale nei bambini. I nostri figli e le generazioni future dipendono dalle nostre azioni informate oggi per fermare efficacemente questa pervasiva agenda pedofila. Il pensiero libero è sacro! Proteggi i nostri figli!

ARTICOLO ORIGINALE

https://trance-formation.com/pedophile-agenda

TRADUZIONE

Marco Isella

LE MASCHERINE SONO UN DISPOSITIVO DI CONTROLLO MENTALE – di Cathy O’Brien

“Mia figlia è stata costretta a indossarne uno da due anni per controllare il suo respiro e la sua percezione”. 

Se tu ed i tuoi figli indossate maschere, questo articolo è un MUST-READ.

Cathy O’Brien afferma: “Le maschere sono un evidente dispositivo di controllo mentale e sono disturbata dal fatto che così tante persone si adeguino su scala globale. Negli anni in cui ho visto immagini di persone in Cina che indossavano maschere che controllano l’aria che respirano (ufficialmente a causa dell’inquinamento).

Sapevo che era un meccanismo di spersonalizzazione per il controllo della popolazione al pari dei Burka.

Le maschere de-personalizzano e fanno sentire una persona come se non avesse voce.

È una barriera per gli altri.

In MK ULTRA PROJECT – MONARCH MIND, Michael Jackson ha dovuto indossare una maschera per mettere a tacere la sua voce in modo da non poter chiedere aiuto.

Ricordi come ha sviluppato quella voce sussurrata quando non cantava? Le maschere controllano la mente dall’esterno all’interno, come sta facendo la ridefinizione delle parole. Controllando ciò che possiamo e non possiamo dire per paura di essere etichettati come razzisti o picchiati, ad esempio, controlla in ultima analisi il pensiero che guida le nostre parole e, in definitiva, le azioni (o la loro mancanza). Allo stesso modo, una maschera attutisce il nostro discorso in modo che non veniamo ascoltati. Controlla la voce, le parole, la mente.

Questo è esattamente il controllo mentale.

Le persone che non sceglierebbero mai di obbedire ma sono costrette a indossare una maschera per mantenere il loro lavoro, e alla fine la loro famiglia nutrita, sono compromesse. Spesso provano vergogna e si sentono sottomessi. Le persone hanno smesso di parlare tra loro mentre i media controllano la narrazione.”

I MANDANTI DEL CONTROLLO

Considerate anche come l’educazione globale abbia introdotto il concetto di “siamo tutti vincitori” nello sport, nelle aule, nella ricreazione, ecc. La concorrenza è stata disinnescata e, a sua volta, ha disinnescato il senso di contrattacco. È come se gli insorti potessero fare qualsiasi cosa violenta vogliono perché “siamo tutti dentro insieme” indossando maschere. Naturalmente, questo funziona bene per mascherare le identità di coloro che infrangono la legge, sottomettendo ulteriormente coloro che sono condizionati a non reagire.

Ancora più importante, quelle maschere obbligatorie stanno letteralmente controllando l’aria che respiriamo. Ecco perché mia figlia Kelly ha dovuto indossare maschere dall’età di 2 anni. 

Lei e io eravamo stati condizionati dal fatto che i nostri aggressori avessero il potere della vita e della morte su di noi. Eravamo stati programmati su livelli che controllano il battito cardiaco, il battito delle palpebre e la respirazione come sopportano le forze speciali militari. 

Anche il “gruppo musicale preferito” di Reagan era Air Supply, che è stato usato come un deliberato innesco DO-OR-DIE. Gli esperti di MK Ultra hanno riconosciuto la maschera come un significante della programmazione robotica che credevano vietasse alla vittima di avere la capacità di  pensare  per parlare.

IL CONTROLLO DELL’ARIA CHE RESPIRIAMO È UN’ESTREMA FORZA DI POTERE CHE CONTROLLA LA VITA E LA MORTE.

Vedere la raffica costante di aggressioni, omicidi o arresti da parte dei media di coloro che non si conformano, aggrava ulteriormente il controllo.

I detrattori del Nuovo Ordine Mondiale sanno esattamente cosa stanno facendo e lo so anch’io. Pertanto, resto fiducioso nel non indossare una maschera mentre capisco compassionevolmente perché le persone hanno così difficoltà a togliersi le maschere! 

La paura sostenuta dai media che suggerisce che chiunque non indossi una maschera “non si preoccupi degli altri” è esattamente l’opposto di quanto i ribelli violenti sono etichettati come “manifestanti pacifici”. 

Le persone sono incoraggiate quando vedono il mio viso sorridente e trovano la speranza che questa “nuova normalità” di indossare maschere sia una nostra scelta di adeguarci o meno. Dipende davvero da noi.

Come sempre, più sai più vedi e ho motivo di vedere l’implementazione della realtà del controllo mentale globale. Il controllo mentale è stato ed è il programma definitivo del NUOVO ORDINE MONDIALE per creare la loro società di schiavi come da mia testimonianza nel libro “TRANCE-FORMATION Of AMERICA”.

Ordine del giorno: controllo più forte sulle popolazioni attraverso vaccini contaminati da nano-particelle. 

FAI SENTIRE LA TUA VOCE

La buona notizia è che questi criminali che hanno perso il controllo del nostro globo nel 2016, sono arroganti e non riescono a considerare la forza dello spirito umano, che è proprio la ragione per cui sono sopravvissuta. Stiamo ora assistendo e sperimentando un grande risveglio di proporzioni globali mentre le persone si svegliano da anni di controllo mentale perché, come sempre, i detrattori hanno esagerato e hanno calcato troppo la mano. 

E l’umanità ha la carta vincente: la forza dello spirito!

Ora, le persone devono raccogliere la loro forza di spirito, togliersi le maschere mentre protestano legittimamente pacificamente contro i “Vaccini” del NUOVO ORDINE MONDIALE e far sentire la loro voce!

ARTICOLO ORIGINALEhttp://www.99thmonkey.co.uk/crossroads-blog/mkultra-mind-control-survivor-cathy-obrien-on-the-ciamilitary-use-of-masks-in-controlling-the-mind

TRADUZIONE – Marco Isella

FONTE – Trance Formation of America

COVID ED EUTANASIA “PASSIVA” – L’UTILIZZO CRIMINALE DEL RIVOTRIL (di Maurizio Blondet)

La  voce correva da mesi nell’ambiente  medico francese. Le Monde aveva scritto un pezzo per dire che erano senza fondamento, falsi, intox. Adesso appare un titolo dove un sanitario dice: “Hanno osato chiederci di fare la puntura ai nostri pazienti  per farli  partire più presto”.  E’ avvenuto nelle case di riposo per  non autosufficienti (EPHAD in Francia, come da noi RSA). E lo conferma sul canale France 3 la trasmissione del 18 novembre alle 21:05 l’indagine “Covid-19: cosa sta realmente succedendo nelle case di cura?” Il sito del canale dedica a detta indagine un articolo e un video il cui argomento principale risulta essere il famigerato  “Decreto Rivotril” del 29 marzo e le sue conseguenze sia per i sanitari  che per i loro pazienti.

Il Rivotril in forma iniettabile è letale per i pazienti in insufficienza respiratoria. Il governo ha autorizzato l’uso del RIvotril,  con quel decreto, con la motivazione che mancava lo Hypnovel, che era necessario per le cure palliative  di fine vita; si dovevano tener lontani quei vecchi dai reparti di terapia intensiva….

“Nel pieno della prima ondata dell’epidemia di Covid-19, nella primavera del 2020, il governo ha autorizzato l’uso di farmaci palliativi che di solito sono vietati“, dice ora  il reportage su France 3,. Il programma si chiama “Prove a carico” (Pièces à Conviction),  ed  ha raccolto testimonianze di operatori sanitari indignati per questa decisione. “Quando abbiamo ricevuto queste direttive, siamo rimasti sbigottiti, dice Sandra Rotureau, dirigente sanitaria.  “Quando una persona anziana non viene ricoverata [per mancanza di letti] e allora ciò che gli viene offerto è la sedazione non appena avrà difficoltà respiratoria … la mia prima reazione è ricorda: “Come, ci viene chiesto di eseguire l’eutanasia passiva con i nostri residenti “. Si noti il fraseggio. “Eutanasia” è quando il paziente chiese di essere aiutato a  morire, in modo attivo. “Eutanasia passiva” non esiste. Si chiama omicidio.

In un’altra residenza pubblica non identificata, una dottoressa di EPHAD col volto coperto, confessa  “una sensazione di orrore”. “Non mi è  permesso di prescrivere qualcosa che curerebbe le persone [allude alla idrossiclorochina]  se ne fossero affette”,   ma mi è consentito  “di farle andare via … in dolcezza”.

“Abbiamo accorciato le sofferenze delle persone.? Io la chiamo eutanasia, continua, estremamente turbata. Che abbiamo osato chiederci di pungere i nostri pazienti per farli partire più velocemente, è insopportabile.

Si è anche scoperto che i medici che lavoravano per gli EHPAD  hanno fatto in modo  che  fossero le infermiere iniettare  la micidiale siringa,  caricandole così di un senso di colpa che non avrebbe dovuto pesare su loro.  Risulta da un’udienza  della commissione d’inchiesta dell’Assemblea Nazionale .

Bassezza e viltà. E silenzio complice, omertà  dei media  mentre i numeri dei decessi nelle case di riposo assistite aumentavano vertiginosamente grazie al decreto Rivotril. “Alcuni curanti hanno detto di aver solo alleviato  i malati ma  tacciono che sul  certificato di morte hanno potuto scrivere “causa del decesso: Covid”  senza alcuna prova o test”,  mandando anche gli eutanasizzati passivi a rimpolpare il numero dei morti per Covid, che anche in Francia  rende agli ospedali, anche se non i 2 mila euro al giorno dell’Italia.

Covid: atteggiamenti criminali?”, chiede ad alta voce  su una rivista del settore Gérard Maudrux,  chirurgo urologo, a raccconta come la sua famiglia (tutti nel settore ospedaliero) ci siano stati malati di Covid,  abbastanza gravi, e come terapia unica  consigliata  dalle autorità: “Paracetamolo. L’uso di antibiotici espressamente sconsigliato. Per i miei primi trenta pazienti così trattati ho avuto  3 problemi: un decesso a casa, fibrillazione atriale  il secondo e un ricovero di tre settimane di rianimazione  il terzo”.  Poi, studiando,  il dottore  scopre su un journal australiano gli effetti dell’Ivermectina (un anti-elmintico!)  “che conosco bene  per il  trattamento di due focolai di scabbia  in casa di riposo; i  risultati a 48 ore sono sbalorditivi , la scomparsa dei segni clinici per tutti. Troppo felice di condividere questi risultati credo di star  facendo un favore, ne parlo, il che mi è valso severe critiche da parte dei colleghi e di un farmacista. E l’avvertimento dell’Ordine”..

E  cita “i colleghi di StopCovid19,  che hanno raccolto più di 700 casi trattati  [con clorochina e antibiotico] e che non pubblicano a causa delle minacce ricevute. Non dimentichiamo che al 19 aprile, contro il Covid, 100.000 pazienti avevano ricevuto Azitromicina, 41.000 Clorochina e 10.000 entrambe (fonte Assurance Maladie).  Quante vite salvate? Quanti ricoveri evitati? L’osservazione sul campo ha ancora qualche valore?”.

Un altro medico  parla  di Morte su Prescrizione . E scrive: “In  altri tempi  sarebbero state  procedure legali stabilite  e alla giustizia penale  ci si sarebbe rivolti  per decidere  sulla eventuale natura criminale del decreto Rivotril, adottato in contraddizione con tutti i testi e la giurisprudenza in materia di fine vita  “Oggi, il virus ha le spalle larghe per addossargli  atti ingiustificabili e instillare paura e ansia diffuse per instaurare una dittatura che i nostri plutocrati invocano da anni”; e esibisce il numero di fiale di Rivotril (“rimborsato dal servizio sanitario”, precisa)  enormemente aumentato durante la “pandemia”, e in relazione diretta con la super-mortalità nelle case di riposo in quelle settimane”.

Tribunali cui è inutile rivolgersi per denunciare  questi crimini e questa impostura, paracetamolo come unica terapia “consigliata”  dai comitati tecnico-scientifici,  minacce a medici che scoprono i rimedi efficaci, divieto dell’idrossiclorochina. E invece Rivotril in fiale per l’iniezione letale. E’ impressionante   scoprire che le direttive sono identiche in Italia come in Francia.

Ma ancora di più, vedere  con quanta rapidità la dittatura della plutocrazia totale sia scesa, nel suo Great Reset, al livello che ci è stato insegnato da 50 anni a considerare come il male assoluto:  l’attitudine genocida del Nazismo,  l’eutanasia delle bocche inutili su grande scala, l’iniezione letale per decreto, l’asservimento volontario dei giudici  e  la totale omertà  dei media in quello che si profila il più gigantesco crimine contro l’umanità mai attuato.  Decenni di lezioni scolastiche moralistiche, documentari sulla Shoah, giornate della memoria ossessivamente ripetute, visite delle scolaresche ad Auschwitz,  inviti alla vigilanza: attenti che non torni il Nazismo!  Vegliate! Eccolo qua, e i telegiornali chiamano “negazionisti”  le folle che in tutta Europa si ribellano alla schiavitù e a queste indicibile barbarie, manifestando e scontrandosi con la loro polizia.

ARTICOLO ORIGINALE