Cinema, Esoterismo

THE MATRIX

 3RD EYE

Dopo una disputa legale durata 6 anni (2003-2009) contro i Wachowski Brothers, Joel Silver e la Warner Bros, è stato riconosciuto a Sophia Stewart – autrice del libro “The Third Eye” il pieno copyright della pellicola di “The Matrix” e di tutti i suoi sequel. Pare che all’incirca nella metà degli anni 80 ella avesse mandato il suo libro in risposta ad un annuncio dei Wachowski che cercava materiale per un nuovo film di fantascienza.

All’improvviso si scopre che tutti, inclusi i legali della casa produttrice, erano al corrente che Matrix non era stato scritto dai fratelli Wachowski e che per di più lo scritto originale della Stewart fosse stato più volte controllato durante le riprese.

Evidentemente faceva più comodo che la cosa non si sapesse. Si pensi soltanto al fatto che Sophia aveva intentato una causa nei confronti di tutte queste persone e non se ne è mai saputo nulla, se non quando la sentenza è stata resa pubblica. Sofia Stewart sostiene nel suo blog che sia stata la Warner a tenere tutto nel più assoluto silenzio, in quanto legata anche alla AOL-Time Warner, un colosso a cui appartengono il 95% dei media americani, tra cui ci sono New York Times papers/magazines, LA Times papers/magazines, People Magazine, CNN news, Extra, Celebrity Justice, Entertainment Tonight, HBO, New Line Cinema, DreamWorks, Newsweek, Village Roadshow e molti altri, ha potuto gestire bene la cosa.

Sempre Sophia (che strano che si chiami proprio così!) dice in un intervista che non le è mai interessato il denaro che potesse derivare dal vincere la causa, ma ci teneva che si sapesse la verità e a tal proposito ha dichiarato: “Ho scritto “The Third Eye” per risvegliare la gente, per ricordare loro a che fine Dio li abbia creati. La vita è molto di più dei soldi, nel mio modo di vedere la vita ogni cosa è legata a Dio, al bene e alla possibilità di scegliere, alla spiritualità che vince sulla tecnologia”.

Provate a pensare quale dei personaggi Sophia a disegnato intorno a se? Già, l’Oracolo. Sappiate che esistono ancora un Matrix 4 ed anche un 5, se verranno mai prodotti questo non si sa. Tempo fa era stato contattato anche un regista italiano per la cosa, … cosa ne abbiamo fatto non è al momento dato di saperlo. Non importa. Torniamo a ciò che c’è. Personalmente penso che Sophia non avrebbe avuto i mezzi economici per realizzare la pellicola, mentre i Wachowsky hanno dimostrato non solo di averne, attraverso gli agganci alla Warner, ma di essere stati capaci di mettere in pellicola una scenografia veramente complessa, “The Matrix” segna non solo una storia senza eguali, ma uno sviluppo tecnologico per realizzarla notevole. Tutti hanno appreso le tecniche che si sono inventate per la prima volta proprio per realizzare questo film. La Stewart da sola non avrebbe potuto realizzare tanto.

Se guardiamo questa vicenda possiamo solo concludere che le vicende della vita tante volte sono guidate per un filo sottile che non passa per un solo individuo. Se osserviamo solamente un fotogramma alla volta tante volte non possiamo realmente renderci conto di quello che ci sta accadendo.

Se guardiano una singola vicenda alla volta, come ad una storia a se stante, penseremo e giudicheremo gli eventi esposti come legati ad una vicenda di plagio, di copyright “infringe”. Se guardiamo, però, all’intento e al risultato finale di questa trilogia non possiamo non intendere che lo scopo tanto voluto da Sophia (Pistis?) abbia già dato i frutti sperati. Matrix è senza dubbio stato l’avatar di acquario. L’avatar non è una persona, avatar può essere anche 0 messaggio. L’Occidente ha incoraggiato e diffuso il culto dei guru semianalfabeti che elargiscono conoscenza e messaggi di risveglio, ignorando che a volte le cose vanno diversamente, e che una semplice donna può sognare per noi qualcosa di più grande senza doversi sentire chiamare “maestro” … che sia una donna non solo è singolare, ma è incredibilmente auspicabile.

FONTE : Rocco Bruno – Matrix, una parabola moderna

Standard

One thought on “THE MATRIX

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...