Esoterismo

EPIFANIA

Epifania

 

Il termine “Epifania” deriva dal greco antico”Epifàino” (mi rendo manifesto) e dal sostantivo femminile “Epifàneia “(manifestazione, apparizione, venuta, presenza divina).

Il Cristo si manifesta nel giorno dell’Epifania quando i re magi arrivano al suo cospetto. Ognuno di loro porta con se un dono che è lo strumento della redenzione, della rivoluzione integrale della coscienza: Mirra, incenso e oro. Mirra è la trasmutazione nel corpo e la purificazione di esso, delle tue sostanze, l’incenso è per la purificazione dei pensieri e l’oro è il lavoro più eccelso ed è quando il Cristo comincia a farsi volontà. Essi, i tre re, rappresentano Ermete Trismegisto, ermetico tre volte magnificato, si sta parlando di corpo, mente e Spirito. Non a caso i Magi sarebbero sacerdoti di origine iranica, depositari della sapienza esoterica. La magia è quella del sesso, la magia è quella di coloro che sanno come trasmutare la loro forza vitale, che altrimenti servirà la natura nella riproduzione sessuale (per questo si chiama anche energia sessuale, è l’azione che qui si evidenzia), in qualcos’altro per dare vita al Cristo, per permettere a quella possibilità che è la coscienza di fari manifesta. Inutile dire che non ci sono scorciatoie, non c’è nessuna cazzata tipo essere presenti all’orgasmo, ma c’è solo il dominio delle proprie pulsioni animalesche mentre spingono nella direzione della riproduzione. La vera autentica trasmutazione è assenza di spasmo animale, o orgasmo. L’orgasmo è un corto circuito che ti fa perdere ogni potere che divinizza, almeno fino al prossimo tentativo. Purtroppo o per fortuna, dipende dai punti di vista, tutto questo lo potete capire solo se capito che Cristo è Coscienza, è la grande coscienza capace di farci ritornare dal Padre, AbbA (una parola che anche palindroma), che non è una persona e nemmeno un luogo là fuori, ma uno spazio vuoto in se stessi, un livello preciso di vibrazione, e quella vibrazione si ottiene con l’aumentare della misura del sesso trasmutato, ridiretto, guidato dentro. Ecco perché Kundalini viene raffigurato come un serpente che sale, non c’è niente che sale e per questo non c’è niente di pericoloso nella pratica del Maithuna o nel suo risveglio, c’è solo una misura che si innalza. Kundalini è una metafora che solo gli emeriti ignoranti possono pensare sia qualcosa di materiale. Kundalini è una parola che indica una precisa presa di coscienza ed un dominio delle proprie passioni, Maria madre del Cristo è Kundalini. L’immacolata concezione è la vergine cioè l’energia vitale conservata che fa nascere il Cristo cioè la possibilità della coscienza in noi. Kundalini è solo per i credenti, per i sapienti Kundalini è realizzare se stessi, risvegliare la propria particolarità ed ogni pietra darà il suo tono. Ella è Stella Maris, Maria Maddalena pentita, Ginevra, Iside egizia, è la Tonantzin Azteca, è Diana la Cacciatrice, è il lavoro che ci indica la festa della Befana, l’Epifania. Conservando l’energia (vitale) la coscienza si rende manifesta e duratura, ecco l’Epifania. La befana è Kate Proserpina, un lavoro negli inferni atomici di noi stessi. Epifania o Teofania, lo trovate anche su Wpedia, viene dal greco theophàneia, composto da theos (“dio”) e da phàinein (“manifestarsi”). Letteralmente, manifestazione di Dio nella Creazione, ma non del Dio creatore di questo universo ovvero il Demiurgo, o Architetto (si, proprio come quello di “matrix”), ma del Padre, Abba, la Coscienza del Pléroma, Purusha, un luogo senza luogo e senza tempo dove esiste tutto ciò che un individuo incarna, dove il seme della tua coscienza sta. La teofania è quel processo attraverso il quale si riscontra la presenza di Dio, come l’immanifestato, colui di cui nulla si può dire, nell’universo creato dal Demiurgo. Per forza che Erode che rappresenta tutti i sistemi del mondo e Caifa e tutti i suoi sacerdoti che sanno chi è Gesù inteso come Coscienza e che rappresentano gli Arconti, vogliono impedire questa cosa. E’ Neo, l’anomalia che crea fluttuazioni pericolose nel sistema. E se altri dovessero accorgersi?! Questo è il loro problema. Quando Gesù dice verranno falsi profeti, significa che sono arrivati, perchè il mito si sviluppa sempre fuori dal tempo ed ogni volta che ne racconti la storia, la cosa riaccade.

La Befana nell’immaginario collettivo rappresentata un mitico personaggio dall’aspetto di una vecchia che porta doni ai bambini buoni nella notte tra il 5 e il 6 gennaio e vola su una scopa. Ma cosa significa realmente questa cosa? La sue origini discendono, tanto per cambiare, da alcune tradizioni magiche precristiane e, nella cultura popolare, la Befana, si fonderebbe successivamente con elementi folcloristici e cristiani. Ella porta dei doni in ricordo di quelli che furono offerti al Gesù Bambino da parte dei 3 re magi, ed i doni sono per i bambini perchè il bambino Cristo è la coscienza appena risvegliata. Volando sui tetti, la tanto attesa vecchietta, è a cavallo di una scopa e compie veri prodigi. La scopa è ancora qualcosa con cui pulire, ci parla di purificazione di pulizia della casa, la casa disordinata di cui si trova traccia nei discorsi del signor Gurdjieff, ad esempio. Scende lungo il camino perchè quella è la colonna vertebrale; la colonna è la misura del nostro lavoro, il centro di gravità di una persona è la sua colonna vertebrale, la postura con cui si muove, il camino è questa cosa ed ecco perchè la befana porta anche il carbone a taluni od i doni a tal altri, essi sono la conseguenza della maturazione del nostro lavoro, del lavoro che facciamo su noi stessi di morte e rinascita, … il carbone diventa la punizione per non essere stati bravi, nel mondo, ma per lo spirito colui che è bravo nel mondo è cattivo per lo spirito e viceversa. Il carbone è per accendere i fuochi, non c’entra niente la bontà o la cattiveria nei propri atti, c’entra il lavoro verso la conquista di un autentica coscienza, se hai già acceso i tuoi fuochi sacri ed hai iniziato a lavorare, i doni sono quello che raccogli, se invece non hai ancora incominciato la tua purificazione, il tuo lavoro, il carbone ti sarà utile per accenderli.

FONTE

http://matrixunaparabolamoderna.blogspot.it/

 

 

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...