Archivi tag: CONTROLLO

DAVID ICKE E LA GENETICA UMANA

REPTILIANS

ILLUSTRAZIONE DI NEIL HAGUE – Il rapporto tra i Rettiliani e le stirpi ibride può essere simboleggiato come uno scienziato che opera dentro un contenitore (la nostra realtà) rimanendo al di fuori di esso (la loro realtà) ed utilizzando dei guanti (le stirpi ibride) per penetrare in questo contenitore.

Stiamo per addentrarci in un territorio dove solo le menti veramente aperte possono entrare. In realtà ci siamo già stati quando abbiamo parlato della catastrofe cosmica, ma se pensate che tutto ciò sia strano e difficile da credere, beh… «Allacciati la cintura, Alice, che da adesso di meraviglie ne vedrai un bel po’», come dice Cypher in Matrix.

La Terra era una scena di devastazione; la maggior parte dell’umanità non esisteva più e si dovette ricominciare tutto da capo. La cosiddetta “evoluzione” implica un costante avanzamento delle specie, che le porti dall’ignoranza ad una conoscenza e ad un potenziale sempre più grandi. Ma nella nostra realtà le cose non vanno in questo modo. La Terra ha ospitato innumerevoli civiltà che si sono avvicendate per periodi di “tempo” (così come lo decodifichiamo noi) assai più lunghi rispetto alla percezione della scienza convenzionale. L’autore e ricercatore americano Michael Cremo ha studiato per anni e anni le prove secondo cui gli esseri umani sarebbero apparsi ben prima di quanto la versione ufficiale sostenga. Cremo dice di aver intrapreso queste ricerche dopo aver letto dozzine di relazioni scientifiche originali che descrivono ossa umane e manufatti antichi di milioni di anni, mai citati nei libri di testo. Alcune di queste civiltà terrestri erano assai più progredite di quanto lo siamo noi oggi, mentre altre erano estremamente primitive. «L’acceleratore si muove in entrambe le direzioni», dicono nelle gare motociclistiche, e lo stesso principio si applica anche alla ’“evoluzione”. Un popolo progredito può diventare primitivo nel giro di pochi minuti se il pianeta viene colpito dal genere di eventi di cui ho parlato. Guardate cos’è successo all’indomani di grandi terremoti o disastri come l’uragano Katrina. Il “mondo moderno” finisce in un baleno finché non arrivano le squadre di soccorso e non si dà inizio alla ricostruzione. Ma… cosa accadrebbe se non ci fossero soccorritori o ricostruzioni perché la stessa catastrofe sta avvenendo in tutto il mondo? Come ho spiegato ne “Il Risveglio del Leone”, tra i sopravvissuti immediatamente si scatenerebbe un caos totale alla “cane-mangia-cane”, “ciascun-per-sé”, “trovati-da-te cibo e riparo” e così via. Nei millenni a seguire il ricordo del mondo tecnologico che abbiamo oggi svanirebbe sempre più rapidamente e rimarrebbe soltanto in racconti e leggende che via via verrebbero considerati folli favolette e creazioni della fantasia. La maggior parte delle persone arriverebbe addirittura a negare che un mondo così sia mai esistito. Avremmo la stessa mentalità da “non sappiamo-farlo-quindi-non-può-essere-fatto” di coloro che un tempo ridevano anche soltanto all’idea che si potesse volare nello spazio. Questo è esattamente lo scenario che fece seguito alla line cataclismatica dell’Età dell’Oro e che vide l’incrinarsi di miti e leggende che narrano della sua esistenza e della sua scomparsa. Secondo la mia opinione, la vera epoca d’oro caratterizzata dall’espansione della coscienza umana ebbe fine più di 200.000 anni fa. E’ questo ciò di cui parlano realmente alcuni miti legati all’Epoca d’Oro, mentre altri si riferiscono ad un Epoca assai più recente, che appariva come tale solo se paragonata al mondo distrutto da quelle colossali catastrofi geologiche. Per specificare bene cosa intendo dire definirò quel periodo assai più antico la “Vera Epoca d’Oro”.

Okay, se questa è la prima volta che leggete un mio libro, ora fate un bel respiro profondo Pronti? Per un lungo periodo di tempo prima della catastrofe, l’umanità interagì con razze non umane. Alcune erano benevole, altre no, e alla fine queste ultime presero il sopravvento Secondo alcuni resoconti, in qualche modo furono questi “Dèi” a provocare i cataclismi; è il tema che ritroviamo nei racconti sul Diluvio Universale, quando gli Dèi (o, nel caso delle religioni monoteistiche, un solo “dio”) decisero di spazzare via l’umanità e ricominciare tutto da capo. Ho già citato la versione sumera in cui si narra che furono gli Anunna, o Anunnaki a decidere di distruggere l’umanità; ma uno di essi, Enki, mise in guardia il re-sacerdote Ziusu-Dra dell’imminente diluvio e gli disse di costruire alla svelta un’imbarcazione. Nella versione della Genesi, Dio dice a Noè: «Ed ecco, io sto per far venire il diluvio delle acque sulla terra, per distruggere di sotto i cieli ogni carne in cui è alito di vita; tutto quello che vi è sopra la terra morra». Bel tizio, questo “Dio”. Dai racconti sumeri sugli Anunnaki si evincerebbe che l’umanità venne presa di mira dopo essersi ribellata agli “Dèi”, che a quel punto vollero controllarla e schiavizzarla. Secondo me, gli “Dèi” erano un’alleanza di razze non umane dominate da un gruppo di sembianze rettiliane, ma che comprendeva anche alcuni “Grigi” (quelli che somigliano alle formiche) e altre creature dall’aspetto praticamente umano. Ovviamente potrebbero esistere anche altre razze, quindi qui utilizzerò la definizione “Alleanza rettiliana”, che vede in prima linea i tizi a “squame”. Suona fantascientifico, lo so, ma praticamente tutto ciò che è al eh fuori della “normalità” quotidiana sembra “fantascientifico”, “ridicolo” e “impossibile” all’emisfero sinistro solidificato, che percepisce le possibilità solo attraverso un microscopio – quindi, naturalmente, tali possibilità sembrano difficili da concepire. Ma tutto questo è davvero cosi fantascientifico”? Osservate la straordinaria varietà di forme tra gli animali, gli insetti la vita marina e la natura in generale. E ora osservate la varietà delle forme umane, nere, mulatte bianche e così via; e notate la differenza di aspetto tra un individuo dell’Estremo Oriente e uno di razza caucasica o afroamericana. Poi ricordate che tutto ciò esiste solo su questo pianeta nell’ambito di una gamma di frequenze incredibilmente ristretta che ci è possibile “vedere”: la luce visibile. E allora pensate a quante forme diverse devono esistere nell’infinito che va oltre quell’ambito. Considerando le cose da questa prospettiva, sarebbe più “fantascientifico” se la vita intelligente espressa attraverso la genetica rettiliana non esistesse. Le antiche tavolette mesopotamiche riportano che gli Anunnaki giunsero centinaia di migliaia di anni fa. Posero fine a quella che io chiamo la Vera Epoca d’Oro e ridussero in schiavitù il popolo terrestre.

Da allora l’alleanza rettiliana ha periodicamente causato catastrofi globali per cancellare il programma genetico degli umani quando questi cessano di comportarsi da schiavi acquiescenti. Ciò permette ai dominatori, se necessario, di ripartire nuovamente con un corpo umano (sistema informatico) upgradato, aggiornato. Con questo termine in realtà intendo dire “più controllabile”. Ancora non so quando i Rettiliani giunsero qui di preciso, ma senza ombra di dubbio nell’arco di tempo che va dai 200.000 ai 35.000 anni fa si verificarono massicci e improvvisi cambiamento nella genetica umana. Ora i dominatori stanno pianificando di rifare la stessa cosa ed è più che mai necessario aprire la nostra mente per renderci conto di ciò che sta accadendo. 

C’è chi sostiene che i Rettiliani siano qui soltanto da qualche migliaio di anni, ma io credo che lo siano da molto, molto di più, sebbene la natura della manipolazione sia cambiata proprio in quel periodo. Sembra che siano collegati alle costellazioni di Orione e del Drago, ma non necessariamente come le percepiamo noi o nella gamma di frequenza della luce visibile.

I pianeti e le stelle sono multidimensionali come ogni altra cosa, ed esistono dimensioni di corpi celesti, costellazioni e galassie molto differenti rispetto alla gamma di frequenza che noi siamo in grado di “vedere”. Le informazioni sul sabotaggio della Terra ad opera dei Rettiliani iniziarono ad entrare nella mia vita subito dopo la metà degli anni Novanta; con perfetto sincronismo capitò di incontrare in tutto il mondo persone che mi raccontavano le loro esperienze con entità rettiliane. Nei primi anni mi imbattei in varie informazioni su questo argomento, ma decisi di  lasciarle momentaneamente in secondo piano per vedere dove mi avrebbero portato. Non sono  il tipo che sente dire qualcosa e lo urla ai quattro venti. Ovviamente queste informazioni erano molto bizzarre, quindi avevo bisogno di saperne di più prima di seguirle. Le informazioni iniziarono  a giungermi a raffica nel 1997, quando feci un viaggio ili 15 giorni per tenere una serie di conferenze. Beh, più o meno, perché non molti vennero ad ascoltarmi. Ma in quei 15 giorni incontrai 12 persone che non avevano alcun legame tra loro e che mi raccontarono la medesima storia sull’esistenza di una razza rettiliana. Parecchie di queste persone dissero di aver visto individui (che spesso, sebbene non sempre, occupavano posizioni di potere) “mutare forma” improvvisamente, passando da quella umana a una rettiliana, per poi tornare di nuovo umani. Ricordate che non si tratta di una mutazione “fisica”. Non esiste alcunché di “fisico”. È una mutazione energetica in forma d’onda che sembra una “mutazione fisica” solo per via del processo di decodificazione che avviene nella mente dell’osservatore. Quando i due campi informazionali mutano e un ologramma differente viene decodificato dall’osservatore, si ha l’illusione che qualcuno cambi forma fisica.

FONTE

David Icke – Ricordati chi sei, dove vivi e da dove provieni (pag. 87-89)

L’INIZIAZIONE OCCULTA AL NUOVO ORDINE MONDIALE

Il canale video “Truthstream” ha recentemente pubblicato un interessante video che spiega come la crisi del coronavirus e il modo in cui le autorità la affrontano, hanno tutte le caratteristiche di un iniziazione rituale.

Nel 2018 i creatori di Truthstream Media avevano già pubblicato un video che mostrava come la società di oggi stia passando attraverso un’iniziazione inconscia (”Does Society Realize It Is Being Initiated?”).

Nei video vennero discussi alcuni fatti particolari, che in questo scritto cercherò di sintetizzare. Quando si sente parlare di iniziazione rituale, si pensa generalmente a delle società segrete come la Massoneria. Spesso non ci si rende conto che il simbolismo occulto di tali società lo si può trovare in tanti ambiti della società. Per esempio, la piramide e “l’occhio onniveggente” si trovano sulla banconota da un dollaro, nel grande sigillo degli Stati Uniti e sull’edificio della Corte Suprema in Israele. L’architettura del Campidoglio americano mostra ciò che realmente è, un tempio. Anche il suo interno, con i suoi oggetti d’arte e i murales, è una vetrina di simbolismo occulto. Le cerimonie pubbliche sono spesso intervallate da atti simbolici. La cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici 2012 a Londra è stata un macabro spettacolo, con un tema notevole, un’epidemia da virus.

2012 Olimpic Game Pandemic

La cerimonia di apertura del tunnel del Gottardo, alla quale hanno partecipato molti capi di governo europei, è stata un rito satanico di tre ore. Il satanismo è onnipresente nella cultura pop. I videoclip sono pieni di simbolismo occulto. Le performance di Lady Gaga sono rituali satanici nei quali il sangue a volte sta letteralmente colando.

La narrativa è che alla gente della cultura pop piace flirtare con l’oscurità, definendo tutto questo libera espressione artistica e culturale. Ciò che però  si esprime qui è il contrario della libertà. I rituali di iniziazione comportano una profonda trasformazione. Sembra che la popolazione mondiale stia attraversando una tale trasformazione, in cui le persone sono sia spettatori che partecipanti. Come nell’antichità, c’è un’élite, una classe di sacerdoti, che guida e dirige l’iniziazione. Si tratta però di un’iniziazione inconscia, e quindi non libera. Di seguito sono descritti alcuni passi dell’iniziazione rituale come si svolge attualmente.

Isolamento – Il processo di iniziazione inizia con l’isolamento. Separati da altre persone e dalle attività quotidiane, si entra in un diverso stato mentale, uno stato mentale in cui si è più ricettivi. Le maschere hanno spesso un ruolo nell’iniziazione rituale. Il film “Eyes Wide Shut” di Stanley Kubrick dà una precisa idea di questi contesti. Indossare una maschera è anche una forma di isolamento; si è isolati dal proprio ambiente immediato e non riconoscibili come individui. Ripetizione – Una volta che lo stato di coscienza dell’iniziato è cambiato, continua la sua preparazione. L’attenzione viene portata su un argomento (oggi il coronavirus). Questo succede attraverso lo strumento della continua ripetizione. A livello globale, e attraverso tutti i canali (mediapolitica, istituzioni) i messaggi uniformi ronzano come dei nuovi mantra: “resta a casa”, “mantieni le distanze” e “questo è la nuova normalità”. L’uniformità dei messaggi dimostra che si tratta di un processo coordinato. Il risultato è uno stato di tensione e di paura che tiene le persone sotto controllo.

Minaccia di morte – La paura si esaspera con la minaccia di una morte imminente. Questo è un elemento essenziale nei rituali di iniziazione. L’iniziato vive l’esperienza di essere sulla soglia della morte. Anche questo è oggi molto evidente. Siamo costantemente avvertiti di essere in pericolo di vita, e siamo bombardati da numeri riguardanti i casi di nuove infezioni e di morti. Durante un’iniziazione avvengono spesso dei sacrifici. Le “vittime sacrificali” muoiono sull’altare dei sommi sacerdoti. I media ci mostrano immagini di vittime del coronavirus. Ci si mostra file di bare, o immagini scioccanti di pazienti in ospedale avvolti in plastica con tubi e respiratori. Le immagini e i messaggi traumatici fanno sì che l’iniziato cominci a cedere mentalmente. Si perde la terra da sotto i piedi e si cerca la guida delle autorità.

Trasformazione – In questa fase l’iniziato entra in una sorta di ‘terra di nessuno’ spirituale. La vita passata viene gettata come una vecchia pelle. L’uomo, ora malleabile come argilla morbida, si forma, viene programmato per il nuovo mondo, per il la “nuova normalità”.

Resurrezione – L’iniziazione ormai è completa. E’ nato il nuovo uomo, con nuovi schemi di pensiero, adatto a una nuova società con nuovi modi e nuovi codici di comportamento. Integrazione – L’uomo può ora integrarsi nella nuova società. Che aspetto avrà la società a cui ci stanno preparando? Sarebbe certamente una società con un governo gestito a livello centrale, in cui la tecnologia avrebbe un ruolo dominante, compresa le vaccinazioni, le radiazioni e l’intelligenza artificiale. Gli algoritmi sostituirebbero gradualmente le decisioni umane. Il governo italiano sta studiando e promuovendo l’applicazione dell’intelligenza artificiale a diversi settori della società. Molti diranno: “Ma mica l’ho scelto io, questo?”. La risposta è che la scelta umana non avrebbe nessun ruolo, in una tale nuova società.

Secondo Yuval Harari, che con i suoi libri ha aperto la strada, la libertà umana non è «altro che un mito cristiano», e non adatta al XXI secolo. La nuova visione del mondo di Harari è il transumanesimo. Secondo questo autore, l’automazione e l’intelligenza artificiale renderebbero superflua la gran parte delle persone, e una piccola e ricca élite di robot umani (cyborg) comanderebbe il mondo. Si potrebbe pensare che non si arriverà mai a questo, che l’uomo non accetterà una tale società. Il punto è che non sarà venduta in questo modo. La politica, i media e scrittori come Harari puntano sui sentimenti profondi della gente. La maggior parte delle persone è cosciente del fatto che la società odierna non può più andare avanti così, e che un cambiamento fondamentale è necessario. La nuova dittatura mondiale verrà presentata come una “cooperazione internazionale” che porterà soluzioni a tutti i problemi sociali come quelli della salute, della sicurezza e dell’inquinamento ambientale.

I governi, le istituzioni e le multinazionali sono pronti con nuove tecnologie e nuove leggi che limiteranno ancora di più le nostre libertà. Ci sarà un’importante introduzione del 5G, di vaccinazioni obbligatorie e dell’intelligenza artificiale. Tutto ciò fa parte del programma di emergenza Covid-19 del Forum Economico Mondiale, il che significa che sarà lanciato a grande velocità. Decine di migliaia di satelliti saranno lanciati in stretta orbita intorno alla Terra. I satelliti devono formare una rete di accesso a Internet (5G) e l’intelligenza artificiale. Quando a Elon Musk, l’iniziatore di questo progetto, in un’intervista venne chiesto dove la società stesse andando con l’intelligenza artificiale, rispose: «With artificial intelligence we are summoning the demon» (con l’intelligenza artificiale stiamo evocando il diavolo). Anche importanti think-tank e istituti non fanno mistero dell’obiettivo: un nuovo ordine mondiale sotto una gestione centralizzata. Rapporti di think-tank come il Pnac affermano che «solo un nemico comune sarà in grado di convincere il mondo della necessità di un governo mondiale». Il terrorismo internazionale era un tale nemico comune e nascosto, e ci ha portato a rinunciare a molte delle nostre libertà.

L’importante istituto M.I.T. ha concluso che, data la disponibilità con cui le persone hanno accettato le nuove restrizioni dopo l’11 Settembre, accetteranno le nuove misure su Covid-19 senza problemi. Il nuovo nemico comune è il coronavirus. È l’ultimo nemico invisibile che fornisce il pretesto per completare il piano. Sia il terrorismo internazionale che il coronavirus sono chiaramente per la maggior parte degli inganni. E’ importante che la verità venga alla luce. La preoccupazione della maggior parte delle persone è il confinamento a livello fisico. Se vogliamo liberarci da questo, dobbiamo prima uscire dal nostro confinamento mentale. Questo significa un gran passo. Ovviamente è un’esperienza traumatica, quando ci si rende conto che i governi e le istituzioni che pensavamo ci rappresentassero e ci proteggessero, stanno facendo esattamente il contrario. Alla fine, però, le azioni dei grandi poteri (nei confronti della popolazione mondiale) non sono altro che la caricatura maligna di una trasformazione verso una nuova consapevolezza che l’essere umano è in grado di sviluppare autonomamente, coscientemente, e in piena libertà. Infatti, serve un gran cambiamento, un ‘mondo nuovo’ migliore. Si realizzerà attraverso le azioni di veri ‘uomini nuovi’, coscienti, liberi, e per ciò invincibili.

FONTI

Luogo Comune

LibreIdee

TruthStreamMedia

 

GLI INFLUSSI LUNARI

Immagine

IL CORPO UMANO

Gli influssi della Luna fanno parte dell’antico retaggio dell’uomo e appartengono a quel sentire profondo che si colloca a cavallo tra realtà e leggenda, tra verità e immaginazione, ma rappresentano, soprattutto, lo specchio di quel mondo interiore che oggi è andato in parte perduto.

L’idea che gli astri potessero influenzare in qualche modo gli esseri umani si perde nella notte dei tempi e, fra tutti i corpi celesti, la Luna, con le sue fasi cicliche e il suo carico di mistero, da sempre di sé dimostrata la più adatta a confermare tali supposizioni alimentando tutta una serie di credenze.

Per questo motivo si pensava che l’astro notturno, mediante i suoi influssi, fosse responsabile di alcune patologie o, più semplicemente, che avesse il potere di rafforzare quelle già esistenti.

Ippocrate, uno dei più grandi medici del mondo antico, asseriva con convinzione che gli stati epilettici si manifestavano con maggiore frequenza nella fase di Luna piena o con la Luna nuova. Inoltre, egli considerava l’organismo come una unità e non come un insieme di organi; tale unità era in armonia e unione profonda con l’intero Universo. Ciò spiega perché, secondo il celebre medico, la Luna interagiva con certi stati psichici.

Plinio il Vecchio, nella sua opera “Storia naturale”, descriveva alcuni metodi per debellare le verruche e guarire l’epilessia. Si tratta di ricette magiche che, ad una prima occhiata, possono lasciare perplessi ; in realtà si rifanno al “concetto di analogia”, tanto caro alla magia naturale. Una di queste ricette prescriveva, per esempio, di mangiare all’aperto, durante la prima o la seconda fase della Luna, assieme al pane il cuore di un asino nero, maschio. A causa della sua natura umida, associata con l’elemento acqueo, la Luna è in stretto rapporto con il sangue quindi, attraverso questa sua peculiarità, è destinata a contrastarlo. Ecco spiegata la ragione per cui i medici di un tempo facevano ricorso all’astrologia, al fine di scoprire i periodi lunari propizi alla preparazione di medicamenti e per praticare salassi. Durante il Medioevo furono pubblicati numerosi almanacchi medici, nei quali era possibile scegliere il periodo migliore per prescrivere cure ed eseguire interventi. Alcuni di questi raccomandavano di procedere durante il primo quarto, perché la Luna è allora di qualità calda e umida, come il sangue. Altri privilegiavano la metà del terzo quarto, perché gli umori non sono né repressi né in eccessivo fermento.

Ai nostri giorni, è ancora vivo il convincimento secondo cui la Luna piena favorirebbe le emorragie, tanto che alcuni chirurghi, per tranquillizzare i loro pazienti, non esitano a posticipare la data degli interventi.

APPARATO DIGERENTE

Per quanto riguarda l’apparato digerente, si è constatato che una netta recrudescenza di gastralgie, reflusso gastroesofageo, gastrite e duodenite si manifesta in corrispondenza della Luna piena e del perigeo, quando le condizioni atmosferiche subiscono un peggioramento, soprattutto se il Cielo, da sereno, improvvisamente diviene coperto e soffia un vento forte e umido.

Chi soffre di colite spastica, di colite ulcerosa e morbo di Crohn, è colpito da dolori addominali nelle giornate vicine al plenilunio, oppure in prossimità del perigeo.

Chi soffre di emorroidi, in particolare quelle interne, avvertirà maggiori disturbi verso l’ultimo quarto e la Luna nuova, anche se le condizioni atmosferiche si mostrano abbastanza buone.

APPARATO EMUNTORIO

Gli influssi lunari, a quanto pare, agiscono persino sull’apparato emuntorio, e cioè sul fegato e sui reni. Si è notato in tal senso che la punta massima, nei casi di ritenzione urinaria, viene raggiunta nei giorni in cui si avvicina il plenilunio, quando il tempo è caldo e secco. Inoltre, le coliche epatiche e quelle renali sono più frequenti nelle ore notturne o verso l’alba, specialmente quando la Luna è piena e, soprattutto, se è concomitante al perigeo e soffia vento forte misto a pioggia.

APPARATO MUSCOLO-SCHELETRICO

Ogni genere di dolori connessi con l’apparato muscolo-scheletrico si intensificano nel momento del plenilunio e si aggravano ulteriormente se è concomitante il perigeo. Naturalmente, l’intensità delle algie si rafforza quando il tempo è umido e piovoso e caratterizzato da un vento estremamente intenso.

Per quanto concerne i dolori alle articolazioni, questi aumenteranno in misura rilevante in costanza di Luna nuova con apogeo e condizioni climatiche che mostrano Cielo coperto, pioggia e vento.

Il mal di denti, al contrario, incontra una fase acuta nel periodo relativo alla Luna calante, accompagnata da vento forte e secco capace, a quanto si dice, di eccitare le terminazioni nervose sensitive.

APPARATO RESPIRATORIO

Gli episodi che coinvolgono l’apparato respiratorio, originando affanno e difficoltà nella respirazione, secondo una ricerca medica sono più frequenti nei giorni vicini al primo quarto, specialmente durante la notte e quando soffiano venti freddi e secchi ; tutto ciò si verifica nonostante il Cielo sia sereno.

Le crisi di asma e di broncospasmo sono maggiormente attive nel periodo che intercorre tra l’ultimo quarto e la Luna nuova, specialmente se le condizioni atmosferiche mostrano un peggioramento e sono accompagnate da venti particolarmente forti. Recrudescenze dell’edema polmonare, invece, si riaffacciano in modo particolare tra l’ultimo quarto e il novilunio. In questo caso il tempo risulta perturbato e affiancato da manifestazioni temporalesche. Gli episodi relativi a tosse mista a sangue proveniente dalle vie respiratorie, definiti in gergo medico “emoftoe”, si fanno più acuti e prolungati nei giorni prossimi al primo quarto e al perigeo, favoriti inoltre dal vento secco che ispira dai quadranti settentrionali, con il Cielo sereno o scarsamente nuvoloso.

GRAVIDANZA E PARTO

I disturbi legati a gravidanza e parto, quali nausea, astenia, vomito e anoressia si accentuano, nelle donne particolarmente sensibili, nei giorni compresi tra il primo e l’ultimo quarto, quando il tempo è perturbato. I parti, invece, aumentano nei giorni compresi tra il primo quarto e la Luna piena.

DISTURBI CIRCOLATORI

I disturbi circolatori cerebrali acuti sono più frequenti durante la fase di Luna calante, mentre gli ictus sono facilitati ad insorgere nella fase relativa al primo quarto, tanto in perigeo che in apogeo. Gli episodi di ischemia transitoria cerebrale, le embolie e le trombosi si manifestano con la presenza della Luna nella fase corrispondente al primo quarto, o verso il plenilunio.

DISTURBI LEGATI ALL’INFANZIA

Le cosiddette coliche gassose, generate dalla fermentazione intestinale nei lattanti, si accrescono notevolmente nel periodo che va dal primo quarto al plenilunio. Lattanti e bambini soffrono di insonnia e sono soggetti ad incubi in vicinanza della Luna piena, specialmente in corrispondenza del perigeo.

DISTURBI PSICOSOMATICI

Le famose “crisi di follia” psicotica aumentano sensibilmente nel periodo di plenilunio, soprattutto se il tempo è disturbato. Nei soggetti particolarmente instabili si possono originare episodi estremi tra il primo quarto di Luna e il plenilunio.

EPILESSIA

Tornando all’epilessia, o mal di Luna, si deve notare che la certezza di un influsso lunare nei confronti di questa malattia derivava dal fatto che non si conosceva, e tuttora non si conosce bene, l’origine di questo disturbo. Non a caso, quella che viene definita “epilessia idiomatica” (senza segni evidenti di alterazioni corticali) rimane anche oggi la diagnosi più diffusa, nonostante le ultime sofisticate tecniche di visualizzazione cerebrale quali la tomografia assiale computerizzata (TAC), la tomografia ad emissione di positroni (PET) e la risonanza magnetica (RM).

Un tempo, in mancanza di una spiegazione connessa con gli stati neurofisiologici e neuropatologici, la superstizione faceva risalire i disturbi epilettici alla possessione diabolica. Segni evidenti, che legano questa malattia con gli influssi della Luna sul carattere e sull’umore di un soggetto, sono ancora presenti nel linguaggio attuale : una persona un po’ bizzarra viene definita lunatica, mentre, viceversa, se è di cattivo umore si dice che ha la “luna storta”. Nonostante la medicina abbia cercato di dissipare le tenebre che originano questo modo di pensare, il potere della Luna sull’uomo è, indubbiamente, tuttora ritenuto possibile.

MALATTIE INFETTIVE, BATTERICHE ED EPISODICHE

Per quanto riguarda le malattie infettive come l’herpes simplex, l’herpes zoster e altre, il dolore si farà più acuto e costante nei giorni di plenilunio e, più precisamente, verso l’ultimo quarto.

Le infezioni dovute ai funghi sono maggiormente attive e resistenti quando iniziano nel periodo compreso tra il primo quarto e il plenilunio. Il morbillo, la rosolia, la varicella, la mononucleosi e la scarlattina si intensificano durante il plenilunio e l’apogeo. L’orticaria, al contrario, subisce un peggioramento nel periodo di novilunio. Per le vaginiti di tipo micotico, la fase critica si approssima nei giorni che intercorrono tra il plenilunio e l’ultimo quarto.

ATTIVITA’ GRAVITAZIONALE SUI LIQUIDI BIOLOGICI

Gli influssi lunari, come spiegato, agiscono apparentemente sulla struttura organica dell’uomo. Si comprende così il motivo per cui il corpo umano, essendo costituito per il 70 % di acqua, non sfuggirebbe all’attrazione della Luna. In poche parole, il nostro satellite scatenerebbe mini-maree anche nei liquidi vitali che circolano nell’organismo. Persino le azioni, i sentimenti e i pensieri non potrebbero prescindere dalla Luna, se si considera che il plenilunio è in gradi di rallentare la circolazione sanguigna. La luna piena, inoltre, interferirebbe con il metabolismo della serotonina, una sostanza prodotta dal cervello che interviene in tutti i processi che regolano le reazioni emotive degli individui.

Secondo un ricercatore americano, il dottor Arnold Lieber, autore del libro Effetto Luna, una altissima percentuale di delitti, commessi dopo il 1955, ha avuto luogo proprio durante i tre giorni che precedevano e seguivano la Luna piena. Lieber, inoltre, afferma che la Luna, come del resto altri corpi celesti, detiene un ruolo importante finalizzato al mantenimento di un corretto equilibrio biologico tra l’essere umano e il suo ambiente.

La “teoria della maree biologiche” ci fa comprendere che l’aumento dei liquidi del corpo può produrre tensione nervosa premestruale, quando l’eccessiva ritenzione idrica favorisce mutamenti estremamente sensibili di umore ed un cospicuo abbassamento della soglia allo stress e al dolore.

Ciò significa che le manifestazioni aggressiva, sia verso se stessi sia verso gli altri, divengono più frequenti soprattutto nei soggetti maggiormente predisposti. Sappiamo anche che gli enzimi e gli ormoni sono più attivi durante il plenilunio, tanto da causare un aumento di crisi ipertensive e aritmie nelle persone a rischio. Inoltre, è noto che i ritmi biologici che si verificano nell’arco di un giorno, sono influenzati dalla Luna in misura quasi totale, dato che il giorno lunare dura 24 ore e 48 minuti.

CICLI RIPRODUTTIVI

Fin dalle origini si è associato il ciclo mestruale della donna con le diverse fasi lunari. Le fasi del ciclo mestruale, effettivamente, sembrano accordarsi con quelle dell’astro notturno e l’ovulazione pare ricadere, di norma, tra l’ultimo ed il primo quarto. Presso alcune comunità dell’Oceania, si crede che la Luna stessa mestrui in corrispondenza del novilunio ; per questa ragione si rende invisibile agli sguardi umani. Similmente, le donne di queste comunità devono tenersi in disparte nel corso del ciclo mensile femminile. Plinio il Vecchio scrive che “la Luna riempie le cose al suo arrivo e le svuota quando se ne va”. Sotto questo aspetto, il corpo della donna, che si colma periodicamente del sangue mestruale, potrebbe essere soggetto a tale ritmo. E’ bene ricordare, infine, che in numerose lingue l’etimologia rivela una corrispondenza tra la Luna e il mestruo, infatti, il termine mestruazione deriva dal latino MENSIS, che designa al tempo stesso il mese lunare e l’astro notturno.

PROCREAZIONE E MATURITA’ SESSUALE

La periodicità del ciclo lunare e del ciclo mestruale femminile ha dato adito ad una probabile relazione tra le fasi lunari e la frequenza delle nascite. Considerando che l’ovulazione, di solito, è più assidua nel periodo di Luna nuova, è naturale spiegare un maggior numero di parti nella fase di Luna piena. Secondo l’opinione di alcuni studiosi americani, esiste un aumento della natalità in costanza di Luna piena, pari al 7-10 %. Lo studioso e ricercatore Karl Ernst Krafft, intorno al 1920-1930, fu il promulgatore di una teoria astrologica all’avanguardia per qui tempi : tale teoria prese corpo dallo studio di ben 2218 casi legati ai partorienti. Grazie alle sue ricerche, Krafft giunse alla conclusione che la Luna avrebbe agito alcune volte alla stregua di un fattore quasi inibitorio del parto e che, viceversa, in altre occasioni lo avrebbe favorito. Egli affermava, inoltre che esisteva una sicura relazione tra il fenomeno del parto e lo spostamento eclittico della Luna. In Francia è stata condotta una ricerca capillare su un campione di circa sei milioni di nascite verificatesi tra il 1968 e il 1974. L’esito di questo sondaggio ha stabilito che sono nati un maggior numero di bambini tra l’ultimo quarto e la Luna nuova mentre, al contrario, il numero delle nascite risulta inferiore verso il primo quarto. Inoltre gli studiosi hanno constatato, attraverso l’analisi delle fasi lunari, che il mese più prolifico é Maggio, mentre quelli meno prolifici sono Settembre ed Ottobre.

Secondo una tradizione ormai radicata, la Luna è in grado di influenzare anche il sesso del nascituro, infatti, se il concepimento avviene durante la fase di Luna calante, per esempio, si può essere quasi certi che nascerà un maschio. Invece, se il concepimento avviene in costanza di Luna crescente, allora ci sono serie probabilità che venga data alla luce una femmina. Non esiste, ovviamente, niente di accertato in tale ambito, ciò nonostante molte persone sono fermamente convinte che l’intervento della Luna, volto a determinare il sesso dei neonati, sia fondamentale.

STRUTTURE CHERATINICHE

Tra le credenze che persistono da tempo immemore, quella che vede la Luna quale responsabile di una rapida ricrescita di peli e unghie è la più tenace. Infatti, si pensa che nel periodo di Luna crescente capelli, peli e unghie crescano con maggiore velocità, e che quindi sia meglio tagliargli nel corso delle fasi di Luna calante. Malgrado la stranezza di questa concezione, non è possibile dare un giudizio definitivo su tale argomento, poiché finora non è stata completamente  provata l’infondatezza del fenomeno.

FONTE

STEFANO MAYORCA – La Luna : influssi, poteri, leggende